Uefa: i club della Crimea non possono piu' giocare nel campionato russo

Uefa: i club della Crimea non possono piu' giocare nel campionato russo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

I club della Crimea non potranno giocare in Russia. E’ stata l’Uefa a stabilirlo, a seguito della decisione della Federcalcio russa, che aveva

PUBBLICITÀ

I club della Crimea non potranno giocare in Russia. E’ stata l’Uefa a stabilirlo, a seguito della decisione della Federcalcio russa, che aveva incluso al proprio campionato di terza divisione tre squadre provenienti dalla penisola.

“Il Comitato Esecutivo dell’Uefa ha deciso di proibire ai club della Crimea di partecipare a competizioni organizzate dalla Federcalcio russa, a partire dal primo gennaio 2015”, ha spiegato il segretario generale dell’organismo che regola il calcio europeo, Gianni Infantino. “Ha inoltre stabilito che la regione sarà considerata una ‘zona speciale’. La Federcalcio russa non potrà infine organizzare competizioni calcistiche in Crimea, senza il conseso dell’Uefa e della Federcalcio ucraina”.

Infantino ha aggiunto che, in caso di mancato rispetto di questa decisione, verranno prese misure disciplinari.

I tre club interessati, sono il Simferopol, il Sebastopol e lo Yalta, che hanno già disputato oltre metà della stagione in corso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Uefa riapre alle squadre russe under 17, l'Ucraina non ci sta

Russia e Bielorussia potranno partecipare alle Olimpiadi del 2024?

Mondiali di scherma, Non stringe la mano all'avversaria russa. Squalificata l'ucraina Olha Kharlan