Influenza aviaria: Commissione Ue adotta misure per casi in tre Paesi

Influenza aviaria: Commissione Ue adotta misure per casi in tre Paesi
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

La Commissione Europea ha adottato misure di emergenza contro la propagazione dell’influenza aviaria. Come il divieto di vendita di pollame dei Paesi dove sono stati segnalati i casi. Regno Unito e Paesi Bassi avevano già isolato gli allevamenti e avviato le procedure di abbattimento di 6000 anatre e 150mila polli, rispettivamente.

Il virus sarebbe arrivato dall’Asia attraverso uccelli migratori.
Enrico Brivio, portavoce del commissario europeo alla Salute e alla sicurezza alimentare: “Questi uccelli migratori sono selvaggi quindi non sappiamo se questo ceppo di aviaria può propagarsi in altri Paesi. Ma grazie a queste misure siamo certi che non si diffonderà in Europa”.

Precedentemente erano stati abbattuti i tacchini di un allevamento tedesco. Secondo gli esperti i casi nei tre Paesi potrebbero essere legati. Nei Paesi Bassi e in Germania si tratta dell’H5N8, il ceppo più contagioso per gli animali, ma mai individuato negli esseri umani, come accaduto invece con l’H5N1 che ha causato la morte di circa 400 persone in Asia e in Medio Oriente dal 2003.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il ministro dell'Interno britannico in Italia: "Soluzioni innovative per fermare i migranti"

Difesa: Rishi Sunak annuncia piano aumento spesa al 2,5 per cento del Pil

Paesi Bassi: sospese le trivellazioni a Groninga, alto rischio terremoti