EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Hunger Games, la prossima colonna sonora sarà di Lorde

Hunger Games, la prossima colonna sonora sarà di Lorde
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Per il terzo film fantascientifico di Hunger Games non poteva che essere scelta una colonna sonora d’avanguardia. Con combinazioni di ritmi nuovi, inconsueti. E allora entra in scena Lorde. Un genere unico, un pop che sintetizza l’elettronico, l’indie e il chillwave. Con il suo “Royals”, la giovanissima artista neozelandese ha scalato le classifiche mondiali.

È proprio lei ad ottenere i diritti esclusivi per la colonna sonora dell’ultimo film della saga « Il canto della rivolta: parte 1”, in uscita nelle sale cinematografiche tra il 20 e il 21 novembre. Il produttore, Lionsgate, lo ha annunciato giovedì. Lorde aveva già contribuito con una canzone per la seconda pellicola; ora le spetta l’onore non solo di interpretare la canzone principale, ma anche di scegliere tutti i cantanti che parteciperanno al terzo album di Hunger Games.

«Curare la colonna sonora di un film così atteso era una sfida, ma non mi sono lasciata sfuggire l’opportunità: il cast e la trama sono stati d’ispirazione per i musicisti, questo disco sorprenderà» ha dichiarato la diciassettenne Lorde.

“The Hunger Games” è ambientato in America, in un futuro post apocalittico. Una nuova nazione, Panem, ha sostituito quella attuale. Per non dimenticare la storica ribellione dei 13 distretti sottomessi a Capitol City, che cercarono di slegarsi dalla città madre, ogni anno vanno in scena gli Hunger Games. Una punizione. Un ragazzo e una ragazza di età compresa tra i dodici e i diciotto anni devono combattere nell’arena, controllata da strateghi per mezzo di computer molto sofisticati. Solo uno rimane vivo.

I primi due film, con l’attrice Jennifer Lawrence, hanno incassato più di un miliardo di euro in tutto il mondo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cannes, parte la 77esima edizione del Festival: possibili polemiche su #MeToo, Gaza e Ucraina

Cinema, morto l'attore britannico Bernard Hill

Venezia: al via la Biennale segnata dalle guerre in Ucraina e Medio Oriente