EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Romania e Bulgaria entreranno nello spazio Schengen: cosa cambierà per i viaggiatori

La Bulgaria e la Romania faranno parte dell'area Schengen dal 31 marzo.
La Bulgaria e la Romania faranno parte dell'area Schengen dal 31 marzo. Diritti d'autore CardMapr.nl
Diritti d'autore CardMapr.nl
Di Rebecca Ann Hughes
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

La Bulgaria e la Romania faranno parte dell'area Schengen dal 31 marzo. Ecco cosa cambia per chi attraverserà i confini nazionali

PUBBLICITÀ

A partire dal 31 marzo di quest'anno, Romania e Bulgaria entreranno a far parte dello spazio Schengen, che consente la libera circolazione tra gli Stati membri a quattrocento milioni di cittadini. I due Paesi sono membri dell'Unione europea dal 2007 ma, non facendo parte dell'area senza frontiere, i viaggiatori dovevano ancora esibire il passaporto all'ingresso. Nel 2024, i controlli alle frontiere dei due Paesi saranno semplificati.

Ecco cosa devono sapere i viaggiatori diretti in Romania e Bulgaria in merito ai cambiamenti.

È necessario il passaporto per entrare in Romania e Bulgaria?

Quando quest'anno Romania e Bulgaria entreranno a far parte della zona Schengen, sarà più facile per i viaggiatori visitare i due Paesi. I due ministeri del'Interno hanno annunciato a dicembre che alcuni controlli alle frontiere saranno eliminati.

I viaggiatori che arrivano in aereo o via mare da altri Paesi dell'area Schengen non dovranno più esibire il passaporto all'arrivo. Ciò significa che i passeggeri di voli, crociere e traghetti non saranno soggetti a controlli.

Chi arriva in Romania e Bulgaria in auto, in treno o in autobus dovrà comunque portare con sé un documento d'identità, poiché le norme che regolano le frontiere terrestri non sono ancora state stabilite. Ciò è dovuto al veto esercitato dall'Austria. "Dovrà essere presa una nuova decisione per fissare una data per l'eliminazione dei controlli alle frontiere terrestri", afferma il Consiglio europeo sul suo sito web.

In quali Paesi europei si può entrare senza passaporto

L'ultimo Paese a entrare nella zona Schengen è stata la Croazia nel 2022. Ogni anno, 1,25 miliardi di viaggi avvengono all'interno di quest'area e 3,5 milioni di persone attraversano ogni giorno i confini dei Paesi membri.

Senza contare la Romania e la Bulgaria, l'area Schengen comprende 27 Stati. Ventitré appartengono all'Ue e quattro sono Stati associati all'Associazione europea di libero scambio: Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein.

Lo Spazio Schengen è stato creato nel 1995 in seguito alla firma dell'Accordo di Schengen, avvenuta dieci anni prima, tra cinque Stati membri della Comunità economica europea: Germania, Belgio, Francia, Lussemburgo e Paesi Bassi.

Sono seguiti diversi altri accordi fino all'allargamento del 2007, che ha integrato altri nove Paesi nell'area di libera circolazione. Si consiglia ai viaggiatori senza cittadinanza dell'Ue di ricordare che i soggiorni in Bulgaria e Romania vengono conteggiati nel tempo trascorso nell'area Schengen, che non può essere superiore a 90 giorni in 180 giorni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Romania e Bulgaria nell'area Schengen: viaggi in aereo e nave senza il passaporto

Dal 31 marzo Romania e Bulgaria entreranno a far parte (parzialmente) dell'area Schengen

Bulgaria: morto il Patriarca Neofito, leader della Chiesa cristiana ortodossa del Paese dal 2013