Dal 31 marzo Romania e Bulgaria entreranno a far parte (parzialmente) dell'area Schengen

Image
Image Diritti d'autore Andreea Alexandru/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da domenica ai viaggiatori degli Stati Schengen non sarà più richiesto il passaporto o il visto per entrare nei due Paesi. Il provvedimento si applicherà al momento solo agli ingressi via aerea e marittima a causa dell'opposizione dell'Austria, che teme un aumento dell'immigrazione clandestina

PUBBLICITÀ

A partire da domenica 31 marzola Romania e la Bulgaria entreranno a far parte dell'area Schengen, che consente la libera circolazione tra gli Stati membri senza l'obbligo di esibire passaporto o visto.

Inizialmente il provvedimento si applicherà solo ai viaggiatori che arrivano per via aerea e marittima - anche per questo è stato soprannominato "Air Schengen" - a causa della prolungata opposizione dell'Austria, che si è impegnata però a proseguire i negoziati per semplificare i controlli di frontiera anche per l'attraversamento via terra. 

I due Paesi sono membri dell'Unione europea dal 2007 ma l'Austria ha bloccato a lungo il loro ingresso nell'area Schengen per timori legati all'immigrazione clandestina

Cos'è l'area Schengen

L'area Schengen è stata istituita nel 1985 e prima dell'ammissione parziale dei due Paesi dell'Europa dell'Est comprendeva 23 dei 27 Paesi dell'Unione europea, oltre a Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein. L'ultimo Paese a entrare è stato la Croazia nel 2022. Ogni anno all'interno dell'area avvengono 1,25 miliardi di spostamenti e 3,5 milioni di persone attraversano ogni giorno i confini dei Paesi membri.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Romania e Bulgaria entreranno nello spazio Schengen: cosa cambierà per i viaggiatori

L'Austria non molla: Romania e Bulgaria ancora fuori dall'area Schengen

Ok parziale a Bulgaria e Romania nell'area Schengen: aboliti controlli per via aerea e marittima