EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Berlino, si rinnova l'appuntamento con la fiera dei viaggi ITB

ITB, la fiera del turismo a Berlino
ITB, la fiera del turismo a Berlino Diritti d'autore Herbert Knosowski/AP2010
Diritti d'autore Herbert Knosowski/AP2010
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Viaggi: attesi sino a giovedì 160mila visitatori alla fiera ITB di Berlino. "Settore in crescita" commentano gli operatori

PUBBLICITÀ

L'ITB di Berlino, la più grande fiera di viaggi del mondo, è tornata dopo tre anni di crisi Covid con circa 10mila espositori. 

Fino a giovedì sono attesi 160.000 visitatori, per lo più professionisti, decisi a fare affari e a voltare pagina rispetto alla difficile congiuntura che ha scosso il mercato del turismo.

Deborah Rothe, direttore di ITB, spiega che l'industria dei viaggi ha dimostrato di essere resiliente e adattabile: "Vediamo che il settore sta crescendo - dice - le prenotazioni stanno aumentando molto, soprattutto per quanto riguarda i viaggi all'estero. Registriamo anche un aumento dei viaggi internazionali e dei viaggi nazionali. Tuttavia, la sostenibilità è uno dei temi principali in questo campo".

Con molti viaggiatori desiderosi di ridurre l'impatto climatico dei loro viaggi, "Open for change" è lo slogan della fiera di quest'anno.

Tra le tendenze, la tecnologia e i mezzi di trasporto a minori emissioni, come il treno.

Björn Bender, presidente e amministratore delegato di Rail Europe, sostiene che è il momento dei trasporti su rotaia: "L'industria ferroviaria in Europa si è ripresa molto bene. Se si confrontano i dati del 2022 con quelli del 2019, il volume è già superiore di quasi il 10% rispetto al periodo pre-Covid. Direi che i prossimi anni e decenni saranno il momento dei viaggi in treno perché i Paesi europei stanno investendo miliardi di euro in nuove infrastrutture".

Secondo l'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), lo scorso anno i viaggi internazionali hanno raggiunto il 63% dei livelli pre-pandemici su scala mondiale

"Il 2022 è stato piuttosto impressionante. In termini di entrate abbiamo recuperato completamente rispetto al 2019, quindi siamo tornati in pista" dichiara Levan Davitashvili, ministro dell'Economia, vice primo ministro della Georgia, l’Host Country della fiera.

Il 2023 potrebbe duque segnare il ritorno del turismo ai livelli pre-Covid in Europa.

Ma, secondo gli addetti ai lavori, il rilancio dipende dal trend economico, dalla situazione dei viaggi in Asia-Pacifico e dall'evoluzione della guerra in Ucraina."

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il boom del turismo sportivo negli Emirati Arabi Uniti: un settore che vale 2 miliardi di euro

Germania, protesta degli ambientalisti: aeroporto di Francoforte bloccato per ore

Barcellona, la stretta del sindaco Collboni contro gli affitti brevi di Airbnb e il turismo di massa