Parigi, la cattedrale di Notre-Dame riapre al pubblico dopo il devastante incendio

Francois Mori/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Francois Mori/Copyright 2020 The AP. All rights reserved Diritti d'autore Francois Mori/AP
Di Euronews Travel with AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il famosissimo emblema transalpino dovrebbe riaprire per i visitatori e le Messe cattoliche alla fine del 2024

PUBBLICITÀ

La cattedrale francese di Notre-Dame dovrebbe riaprire per i visitatori e le Messe cattoliche alla fine del 2024.

Saranno passati meno di sei anni da quando un terribile incendio ha squarciato il tetto dell'edificio.

Il progetto di restauro è attualmente sulla buona strada per rispettare la scadenza di riapertura di dicembre 2024 fissata dal presidente Emmanuel Macron: sfortunatamente, non sarà del tutto pronta per le Olimpiadi di Parigi, previste per l'estate 2024.

"Il mio compito è essere pronto ad aprire questa cattedrale nel 2024 e lo faremo - afferma il generale dell'Esercito Georgelin, responsabile del progetto di ricostruzione.- stiamo combattendo ogni giorno per questo e siamo sulla buona strada".

Il ministro della Cultura. Abdul-Malak, ha affermato che, sebbene la cattedrale sarà aperta al pubblico, ciò "non significa che tutti i lavori di ristrutturazione saranno terminati". 

Ha aggiunto che ci saranno "ancora alcuni lavori di ristrutturazione in corso nel 2025".

Ricostruire la cattedrale

La ricostruzione dell'icona parigina è stata un'impresa enorme: è iniziata nel 2022, dopo più di due anni di lavoro per rendere il monumento abbastanza stabile e sicuro da consentire agli artigiani di iniziare a ricostruirlo.

Le autorità hanno scelto di ricostruire il capolavoro dell'arte gotica del XII secolo, com'era prima: ciò include la ricreazione della guglia alta 96 metri del XIX secolo, progettata dall'architetto Eugene Viollet-le-Duc.

L'iconico fulcro della cattedrale, crollato nell'incendio, riapparirà quest'anno sopra il monumento, in un potente segnale della sua rinascita.

"Il ritorno della guglia nel cielo di Parigi sarà, a mio avviso, il simbolo che stiamo vincendo la battaglia di Notre Dame", afferma il generale Georgelin.

Si stima che ogni giorno circa 1.000 persone in tutta la Francia lavorino al restauro di Notre-Dame.

"Abbiamo molti lavori diversi da realizzare: la struttura, il dipinto, le pietre, la volta, l'organo, le vetrate e così via", spiega Georgelin.

Una nuova mostra su Notre-Dame

Una mostra intitolata “Notre-Dame de Paris: al centro del cantiere” rende omaggio a centinaia di artigiani impegnati nella ricostruzione e si apre oggi, martedì 7 marzo, a Parigi.

La mostra si trova in una struttura sotterranea situata di fronte alla cattedrale ed è ad ingresso libero.

Mette in evidenza le operazioni in corso per il restauro della cattedrale, l'esperienza e le capacità degli artigiani e presenta alcune opere d'arte salvate dall'incendio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cantiere Notre Dame: arrivata la nuova intelaiatura del tetto

Dalle Baleari a Bacoli, il messaggio in bottiglia percorre duemila miglia

Ecco perché viaggiare con Ryanair potrebbe costare più caro quest'estate