EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

L'aumento allarmante dei casi di morbillo in Europa

Bambino con eruzioni cutanee sul viso.
Bambino con eruzioni cutanee sul viso. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Verónica Romano
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Secondo l'Oms nel 2023 il numero di casi è cresciuto di 30 volte rispetto all'anno prima. Stando al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie i casi aumenteranno ancora senza un'adeguata copertura vaccinale

PUBBLICITÀ

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha avvertito martedì che l'Europa sta vivendo un "allarmante aumento" dei casi di morbillo, con un incremento di oltre 30 volte in tutta la regione nel 2023. Tra gennaio e ottobre dello scorso anno sono stati segnalati più di 30.000 casi di morbillo in 40 dei 53 Stati membri della regione europea dell'Oms, rispetto ai 941 casi del 2022.

All'aumento del numero di casi si aggiunge il ricovero di 21.000 persone e cinque decessi legati al morbillo. L'Oms afferma che questa tendenza all'aumento è destinata a continuare se non verranno prese misure urgenti per prevenire un'ulteriore diffusione.

L'agenzia sanitaria del Regno Unito ha già dichiarato un "incidente nazionale" per un focolaio nell'Inghilterra centrale. Il virus è praticamente scomparso in Europa durante i periodi di confinamento imposti a causa del Covid-19, ma "il numero complessivo di casi di morbillo nell'Ue/See è in costante aumento dal giugno 2023", ha dichiarato il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) nel suo ultimo rapporto settimanale sulle minacce.

Oltre al Regno Unito, anche la Romania è in allarme rosso. Lo scorso dicembre il ministero della Salute del Paese ha dichiarato un'epidemia nazionale di morbillo a seguito di un preoccupante aumento dei casi e di un elevato numero di ricoveri tra i bambini infetti. Dopo l'annuncio, secondo i media locali e l'Istituto nazionale di sanità pubblica, quattro persone non vaccinate - tre bambini e un adulto - sono morte a causa del morbillo. L'Istituto nazionale di sanità pubblica ha confermato 2.805 casi del virus in Romania lo scorso anno.

L'Austria sta combattendo il morbillo dall'inizio del 2023, con quasi 200 casi registrati attraverso il sistema di segnalazione epidemiologica. In Francia lo scorso settembre si è sviluppato un focolaio di morbillo in una scuola del comune sud-orientale di Guilherand-Granges. A metà novembre erano stati confermati 64 casi: secondo l'agenzia sanitaria regionale due persone infette hanno dovuto essere ricoverate in ospedale. L'anno scorso la Germania ha registrato 57 casi, un numero superiore a quello del 2022 ma inferiore ai livelli pre-pandemici.

La copertura vaccinale contro il morbillo in Europa

L'Ecdc afferma che si prevede un aumento dei casi di morbillo nella maggior parte dei Paesi Ue/See, poiché la copertura vaccinale è "subottimale". L'Oms Europa, nel frattempo, ha avvertito che la ricomparsa del virus è in gran parte attribuita a un calo della copertura vaccinale. La copertura vaccinale media nell'Ue/See è in calo dal 2020. Gli ultimi dati dell'Ecdc mostrano che la copertura per la seconda dose nel 2022 è stata di circa l'89,7%.

L'Ungheria (99%), la Slovacchia e il Portogallo (96%) sono i Paesi dell'Ue con i livelli più alti di vaccinazione contro il morbillo, mentre l'Estonia (68%) e la Romania (71%) hanno i livelli più bassi.

Venerdì scorso le autorità sanitarie del Regno Unito hanno avvertito che l'ondata nelle West Midlands potrebbe diffondersi ad altre città, a meno che non vengano intraprese azioni urgenti per aumentare la diffusione della vaccinazione. Secondo l'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (Ukhsa), a partire da giovedì scorso, ci sono stati 216 casi di morbillo confermati e 103 casi probabili nelle West Midlands dall'ottobre 2023, la maggior parte dei quali in bambini di età inferiore ai 10 anni.

"Con un'adesione al vaccino così bassa in alcune comunità, c'è ora un rischio molto reale di vedere il virus diffondersi in altre città", ha dichiarato Jenny Harries, direttore esecutivo dell'Ukhsa. Harries ha sottolineato l'importanza di sottoporsi a due dosi di vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia (Mpr) per una protezione a vita, aggiungendo che "non è mai troppo tardi per recuperare".

"I bambini che si ammalano di morbillo possono stare molto male e alcuni soffrono di complicazioni che cambiano la vita. Il modo migliore per i genitori di proteggere i propri figli dal morbillo è il vaccino Mpr", ha detto Harries.

Siddhartha Datta, consigliere regionale dell'Oms per l'immunizzazione in Europa, è d'accordo. "I vaccini contro il morbillo di cui disponiamo sono sicuri ed efficaci. Sono utilizzati da anni e sono stati in grado di prevenire molti decessi e malattie nella regione europea", ha spiegato in una conferenza stampa la scorsa settimana.

Secondo l'Oms il morbillo è una malattia virale altamente contagiosa che si diffonde facilmente quando una persona infetta respira, tossisce o starnutisce e "può causare gravi malattie, complicazioni e persino la morte".

Il virus è più comune nei bambini. I sintomi possono includere febbre alta, tosse, naso che cola ed eruzione cutanea. Secondo il Vaccine Knowledge Project, gestito dall'Oxford Vaccine Grouple, due dosi del vaccino Mpr sono efficaci al 96% contro il morbillo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I vaccini Covid hanno salvato almeno 1,4 milioni di vite in Europa, secondo l'Oms

Cinque oggetti comuni da evitare per ridurre l'esposizione ai Pfas

Ozempic e Wegovy sono legati a una patologia che potrebbe causare la cecità