This content is not available in your region

Con la prescrizione elettronica sarà possibile ritirare i farmaci in tutta la Ue

Di Claudio Rosmino
euronews_icons_loading
Con la prescrizione elettronica sarà possibile ritirare i farmaci in tutta la Ue
Diritti d'autore  euronews

L'Estonia e la Finlandia hanno stretti legami sociali ed economici. Ogni anno oltre 6 milioni di passeggeri viaggiano tra Helsinki e Tallinn. Quando si trovano oltre confine, i cittadini dei due Paesi hanno la possibilità di acquistare farmaci senza bisogno di una ricetta medica e senza preoccuparsi della barriera linguistica. 

Come? Ciò è possibile grazie alla prescrizione medica elettronica transfrontaliera, che consente ai cittadini europei di ottenere i farmaci prescritti dai loro medici in una farmacia di un altro Stato membro. La procedura è semplice e veloce.

Utilizzando la carta d'identità elettronica del paziente, il farmacista entra in una piattaforma online, controlla quale prodotto è stato prescritto e può quindi darlo al cliente. "Una volta entrati nel sistema - dice  Aleksandr Vares, un farmacista - vediamo l'elenco delle prescrizioni fatte per questa persona tradotto automaticamente in lingua estone. Così tutto è comprensibile. Dopo che il medicinale è stata venduto, il sistema impiega pochi minuti per inviare le informazioni al paese d'origine del paziente. La ricetta medica viene quindi cancellata o viene diminuita la quantità di farmaco prescritta. È possibile acquistare quasi tutti i tipi di farmaci, ad eccezione di psicotropi, stupefacenti e quelli speciali, che vengono preparati in farmacia".

Tehic è l'agenzia pubblica che ha introdotto la prescrizione elettronica in Estonia. Un'esperienza che rappresenta un prezioso contributo per lo Spazio europeo dei dati sanitari, il progetto lanciato di recente dalla Commissione europea, che utilizza i dati sanitari dei pazienti, per un'assistenza transfrontaliera più efficiente, sostenere la ricerca scientifica e le politiche sanitarie pubbliche.

Il collegameto tra medici e farmacie è assicurato dall'Infrastruttura di servizi digitali per l'assistenza sanitaria online, una rete che consente la continuità delle cure per i cittadini che viaggiano in Europa. Attualmente sono in fase di introduzione i servizi sanitari transfrontalieri di prescrizione e somministrazione elettronica e il dossier medico del paziente.

I primi paesi che hanno iniziato a utilizzare prescrizione e somministrazione sono Estonia, Finlandia, Croazia e Portogallo. Gli altri Paesi europei si uniranno gradualmente al sistema nei prossimi anni. "Oggi, quando viaggiamo, non pensiamo più se abbiamo il roaming con il nostro telefono - dice Tõnis Jaagus, responsabile della divisione salute di Tehik -. Con il sistema di servizi sanitari elettronici transfrontalieri dovrebbe essere la stessa cosa. Non dovremo più preoccuparci di avere la ricetta medica cartacea, non sarà più necessario. Dovremo semplicemente entrare in farmacia, mostrare il documento d'identità e ottenere il farmaco che ci serve".

La connessione tra le diverse agenzie sanitarie nazionali europee richiede elevati livelli di sicurezza e inter operabilità. "Dobbiamo identificare le persone in modo sicuro - dice Artur Novek, architetto IT di Tehik - e nel caso dell'Estonia abbiamo due modi per farlo: la carta d'identità elettronica e la carta sim del telefono. Nella carta d'identità c'è un chip che contiene la chiave privata che vi identifica nel sistema".

Il futuro dei servizi sanitari transfrontalieri in tutta Europa sarà simile al servizio roaming dei telefoni cellulari. I dati medici e le prescrizioni seguiranno i pazienti che viaggiano all'estero per garantire una migliore qualità dell'assistenza medica.