Davos, nel 2° giorno di summit si è parlato d'immigrazione e ancora di guerra in Ucraina

Ursula von der Leyen a Davos
Ursula von der Leyen a Davos Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Davos, nel 2° giorno di summit, si è parlato d'immigrazione e ancora di guerra ucraina, euronews ha intervistato il vice presidente della Commissione europea Schinas e la premier della Moldavia

PUBBLICITÀ

Nel secondo giorno del summit di Davos, l'Europa ha preso la parola, con Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea  che ha ribadito le posizioni del Vecchio continente su Ucrainae  Russia. Ma non solo, anche la lotta al cambiamento climatico e il passaggio alle energie rinnovabili era in agenda e la presidente ha ribadito l'impegno europeo anche su questo fronte.

In questo secondo giorno del Forum economico mondiale, euronews si è focalizzata sul problema dell'immigrazione e  ha intervistato il vicepresidente della Commissione europea, Margaritis Schinàs, e la premier della Moldavia, Natalia Gavrilița. Il bilancio della giornata nel nostro after hours. Cliccate il video qui sopra.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il nuovo patto Ue per la migrazione "inaugurerà un'era mortale di sorveglianza digitale"

Forse una svolta per Assange: Biden apre alla possibilità di far cadere le accuse

Cos'è il passaporto digitale dei prodotti dell'Ue?