EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Stagione degli incendi boschivi alle porte: le misure in atto nell'Unione europea

I residenti cercano di raggiungere le loro case nel villaggio di Benijos mentre un incendio selvaggio avanza a La Orotava, a Tenerife, nelle Isole Canarie, in Spagna, nell'agosto del 2023.
I residenti cercano di raggiungere le loro case nel villaggio di Benijos mentre un incendio selvaggio avanza a La Orotava, a Tenerife, nelle Isole Canarie, in Spagna, nell'agosto del 2023. Diritti d'autore Arturo Rodriguez/The AP
Diritti d'autore Arturo Rodriguez/The AP
Di Saskia O'Donoghue
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Dopo la devastante estate di incendi in Europa dello scorso anno, l'Ue ha aumentato le risorse per prevenire danni diffusi nel 2024. Ecco come si preparano i Paesi più a rischio

PUBBLICITÀ

Con l'estate alle porte, tutti sogniamo il sole e i bagni in mare, ma con il caldo arriva anche il rischio di incendi. È qui che entra in gioco l'Unione europea. A partire da giugno, l'Unione europea metterà in atto misure per rafforzare gli sforzi di lotta agli incendi, al fine di proteggere meglio le comunità europee e l'ambiente circostante.

A seguito dei devastanti incendi del 2023 - registrati come tra i peggiori del secolo - l'Ue ha messo insieme una squadra di 556 vigili del fuoco provenienti da 12 Paesi. Quest'estate saranno dislocati strategicamente in luoghi chiave dell'Europa, tra cui aree ad alto rischio come in Italia, Francia, Portogallo e Spagna.

I vigili del fuoco locali possono trovarsi sopraffatti quando le dimensioni di un incendio selvaggio superano le capacità di risposta di un paese. L'Ue sta inoltre introducendo una flotta di aerei antincendio dedicata al soccorso, che sarà composta da 28 aerei e 4 elicotteri dislocati in 10 Stati membri del blocco.

Ci sono anche 600 milioni di euro di fondi extra dell'Ue che serviranno ad acquistare in futuro altri 12 aerei antincendio, che saranno distribuiti tra sei Stati membri, oltre a diversi elicotteri.

Ecco cosa hanno intenzione di fare quest'estate quattro dei Paesi coinvolti per salvare vite umane, mezzi di sostentamento e proteggere l'ambiente quando arriverà la stagione degli incendi.

Incendi: cosa farà l'Italia per contrastarli

"Una buona prevenzione, con il pieno coinvolgimento dei comuni e dei cittadini, può servire a salvare migliaia di ettari di vegetazione", ha dichiarato Nello Musumeci, Ministro della Protezione Civile in Italia, durante un incontro all'inizio della primavera.

Alla riunione, convocata per affrontare la campagna estiva di lotta agli incendi boschivi, hanno partecipato i rappresentanti delle Regioni italiane, dei Comuni (Anci), dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate e dei ministeri dell'Interno, della Difesa, dell'Ambiente, dell'Agricoltura e dell'Economia.

L'Italia sta attualmente affrontando temperature ben al di sopra della norma, che hanno un effetto a catena sulla disponibilità di acqua.

Fire burns near the towns of Alcamo and Partinico, in western Sicily, Italy in August 2023. The intensity of the fires forced the closure of nearby Trapani airport
Fire burns near the towns of Alcamo and Partinico, in western Sicily, Italy in August 2023. The intensity of the fires forced the closure of nearby Trapani airportAlberto Lo Bianco/LaPresse via AP

Il sud del Paese e le isole sono particolarmente colpiti, ma tutte le amministrazioni italiane hanno predisposto piani di emergenza sia per gli incendi boschivi che per quelli nelle aree edificate.

Oltre a questo, Musumeci si è assicurato di mettere in atto una campagna di sensibilizzazione capillare tra le popolazioni attraverso i media.

Anche se molti incendi sono dovuti ai cambiamenti climatici, Musumeci ha un altro piano.

"Suggerirò l'opportunità di una maggiore sorveglianza nelle aree rurali per scoraggiare piromani e criminali nei loro scopi insensati", suggerisce Musumeci, "ricordiamoci che la stragrande maggioranza degli incendi è causata dall'uomo, per colpa o per dolo".

Incendi: cosa farà la Francia per contrastarli

Météo-France ha recentemente annunciato che l'estate 2024 sarà probabilmente più calda del solito, soprattutto nella regione mediterranea.

L'anno scorso, 22.400 ettari di foreste sono andati perduti a causa degli incendi. Sulla base di questo tragico esempio, la Francia ha messo in campo circa 3.600 vigili del fuoco e 600 veicoli, il cui ruolo sarà quello di rafforzare le risorse del Servizio dipartimentale antincendio e di soccorso, noto come SDIS.

Le risorse provengono da regioni tipicamente meno colpite dagli incendi boschivi e rafforzeranno il lavoro svolto dai dipartimenti più esposti. La Francia dispone anche di dodici aerei Canadair CL-415, che possono trasportare più di 6.000 litri d'acqua ciascuno. Due di essi sono posizionati ad Ajaccio in Corsica e gli altri dieci a Nîmes.

Saranno supportati da altri otto aerei Dash, sette basati a Nîmes e un altro a Bordeaux. Ciascuno di essi può trasportare 10.000 litri d'acqua.

A partire dal primo giugno, saranno in servizio attivo quando saranno necessari, insieme a una serie di altri aerei con capacità antincendio.

French President Emmanuel Macron (C) poses with rescue workers and firefighters at the Nimes-Garons firefighters air base in 2023
French President Emmanuel Macron (C) poses with rescue workers and firefighters at the Nimes-Garons firefighters air base in 2023AP Photo/Daniel Cole/Pool/File

Incendi: cosa farà il Portogallo per contrastarli

Il 2023 è stato un anno intenso di incendi selvaggi per il Portogallo e, di conseguenza, il sistema antincendio rurale del Paese sarà rafforzato dal primo giugno per la seconda volta quest'anno.

PUBBLICITÀ

In vista della stagione estiva, saranno disponibili circa 12.096 unità operative e 70 aerei. Molte delle persone coinvolte nel dispositivo speciale antincendio rurale sono vigili del fuoco volontari. Altri provengono dalla Forza Speciale di Protezione Civile, dal personale militare della Guardia Nazionale Repubblicana e dall'Istituto per la Conservazione della Natura e delle Foreste.

A differenza della Francia, il Portogallo non utilizzerà aerei Canadair, a quanto pare a causa delle difficoltà del mercato. Questa è stata una sorpresa per gli equipaggi che hanno svolto questo servizio per oltre 20 anni.

Con il riscaldamento del clima a partire da luglio, le risorse saranno nuovamente rafforzate dal primo del mese fino al 30 settembre, il periodo considerato come la fase più critica degli incendi.

In questo periodo di tre mesi, quest'anno saranno impegnati 14.155 operatori di 3.162 squadre e 3.173 veicoli, con un leggero aumento rispetto al 2023.

A firefighting helicopter flies amid clouds of smoke from a wildfire burning near houses in Alcabideche, outside Lisbon in July 2023
A firefighting helicopter flies amid clouds of smoke from a wildfire burning near houses in Alcabideche, outside Lisbon in July 2023AP Photo/Armando Franca

Incendi: cosa farà la Spagna per contrastarli

Nel 2023 in Spagna sono stati distrutti centinaia di migliaia di ettari di bosco e più di 3.000 persone sono state costrette a evacuare l'isola di Tenerife durante la stagione estiva.

PUBBLICITÀ

Dal primo giugno è in vigore la campagna antincendio boschivo dello Stato spagnolo. Tenendo conto delle tragedie dello scorso anno, le autorità hanno introdotto un piano più robusto per combattere più efficacemente ogni potenziale incendio boschivo che si verifichi in diverse aree del Paese.

Il mese scorso, durante una riunione del Comitato di coordinamento e direzione dello Stato in Spagna, i politici si sono riuniti per finalizzare i piani.

Il programma comprende le Brigate di rinforzo degli incendi boschivi e una flotta di idrovolanti ad alta capacità, gestita dal 43° Gruppo dell'Esercito dell'aria e dello spazio.

L'Unità Militare di Emergenza del ministero della Difesa, la Guardia Civile e la Polizia Nazionale saranno in grado di supportare i dispositivi messi in atto dalle varie comunità autonome del Paese.

La Catalogna è storicamente una delle regioni più colpite della Spagna. Il ministro dell'Interno ad interim, Joan Ignasi Elena, ha sottolineato che "si trova ad affrontare una campagna estremamente complessa, che non è temporanea e che ha gravi conseguenze".

PUBBLICITÀ

Di conseguenza, sono stati reclutati 240 nuovi vigili del fuoco che si uniranno a centinaia di altri. Il Corpo degli Agenti Rurali è passato da circa 500 uomini a un totale di 620 per far fronte all'aumento della campagna antincendio.Ci saranno anche 22 velivoli, tra aerei ed elicotteri, con 4 mezzi anfibi dislocati a Sabadell ed Empuriabrava, supportati da 821 auto e furgoni.

A meno di metà anno, il 2024 è stato registrato come uno dei più secchi mai registrati in Catalogna da decenni. Tra il primo gennaio e il 15 maggio di quest'anno, i vigili del fuoco hanno già combattuto 1.750 incendi di vegetazione. Questa cifra è leggermente diminuita rispetto all'anno scorso, tuttavia, grazie alle forti piogge di aprile.

Nonostante ciò, le autorità hanno installato 5 livelli al loro piano di emergenza climatica, il che significa che sono il più possibile preparati a combattere qualsiasi potenziale incendio.

Local residents try to clean a forest to prevent it from flames as fire advances in La Orotava in Tenerife, Canary Islands, Spain in August 2023
Local residents try to clean a forest to prevent it from flames as fire advances in La Orotava in Tenerife, Canary Islands, Spain in August 2023Arturo Rodriguez/The AP
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia, la Corte di Atene rivede assoluzioni per l'incendio di Mati: nuovo processo per 20 imputati

Ilaria Salis torna in Italia: finito l'incubo in Ungheria

Al via il summit per la pace in Svizzera, Zelensky: "Momento storico"