EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La strategia dell'Unione europea per risolvere la crisi russo-ucraina

Images
Images Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ecco le posizioni dell'Unione Europea di fronte alla crisi russo-ucraina

PUBBLICITÀ

L'Unione Europea è stata chiara e unita sulla difesa dell'integrità territoriale ucraina. Ma il dibattito al Parlamento europeo questo mercoledì dimostrerà che il diavolo, probabilmente, sta nei dettagli.

Per il gruppo socialista, il dialogo è l'unico modo per ridurre la crisi con la Russia.

Così Iratxe Garcia, leader del gruppo socialista: "Dobbiamo capire che ci sono diverse sensibilità che hanno a che fare con il territorio, con il Paese, con la situazione e come queste sanzioni economiche influiscono su determinati settori. Ma in ogni caso, è evidente che se finalmente c'è un intervento militare della Russia sarà necessario attuare sanzioni e in questo senso c'è un accordo di maggioranza in questo Parlamento".

Le voci più critiche provengono da più parti anche se è l'estrema sinistra quella che vuole che l'UE sia neutrale.

Afferma Manon Aubry, leader del gruppo The Left: "Da un lato Vladimir Putin sta facendo una sorta di provocazione quando invia alcune truppe al confine, dall'altro la Nato e gli Stati Uniti stanno provocando quando vogliono estendere la Nato al confine con la Russia. Io sono francese, sono legata alle tradizioni e ritengo che dovremmo mantenere il non allineamento. Non dovremmo scegliere se stare dalla parte della Russia o dalla parte della NATO".

C'è invece chi vorrebbe vedere l'UE non solo schierarsi, ma anche essere molto più chiaro sui suoi avvertimenti alla Russia.

Dice Radosław Sikorski del PPE: Dice Radosław Sikorski del PPE: "Dobbiamo dire a Putin che se invaderà l'Ucraina, si troverà di fronte una guerriglia che potrebbe durare dieci anni, se necessario. Che bloccheremo i suoi averi personali e quelli dei dai suoi oligarchi, nascosti in in paradisi fiscali e nelle banche occidentali".

Nel frattempo, il Parlamento europeo ha appena approvato un nuovo pacchetto di aiuti dell'UE da 1,2 miliardi di euro all'Ucraina poiché i timori di una potenziale invasione russa stanno danneggiando la sua economia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Occidente scettico sul ritiro delle divisioni russe davanti ai confini dell'Ucraina

Ue, von der Leyen alla prova dell'Europarlamento: "Proteggere la democrazia da ingerenze"

Commissione Ue, è il giorno del voto su von der Leyen al Parlamento Europeo