EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

L'Ue chiede la liberazione di Navalny

L'Ue chiede la liberazione di Navalny
Diritti d'autore ALEXANDER NEMENOV/AFP or licensors
Diritti d'autore ALEXANDER NEMENOV/AFP or licensors
Di Elena Cavallone
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"La sua detenzione rappresenta una violazione dei diritti umani e noi lo sosteniamo", afferma il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

PUBBLICITÀ

L'arresto del leader dell'opposizione russa Alexei Navalny al suo ritorno a Mosca poteva essere prevedibile ma per l'UE non è in alcun modo tollerabile.

La reazione da Bruxelles verso Mosca non si è fatta aspettare: il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, insieme alla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen hanno chiesto l’immediata liberazione dell’oppositore e ringraziato le autorità tedesche per averlo aiutato. “L'Europa gli ha salvato la vita - ha affermato Sassoli all’apertura della sessione plenaria dell’eurocamera- ed esortiamo le autorità russe a rilasciare il signor Navalny. La sua detenzione rappresenta una violazione dei diritti umani e noi lo sosteniamo".

I governi degli Stati baltici (Lituania, Lettonia ed Estonia) hanno chiesto all'UE di iniziare immediatamente a progettare nuove sanzioni contro la Russia come risposta. L’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma di essere "profondamente turbato" e chiede un'indagine approfondita e imparziale.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov afferma invece che i leader occidentali hanno colto volentieri questo arresto come una distrazione dalla pandemia.

"Navalny sostiene che la Federazione Russa e personalmente il Presidente Putin lo hanno avvelenato, e queste dichiarazioni sono accolte dall'Occidente senza alcun senso critico. Ma di fatto ci sono solo delle dichiarazioni che Navalny ha reso durante gli interrogatori delle strutture delle forze dell'ordine tedesche”, ha ribadito lunedì in una conferenza stampa.

È probabile che i leader dell'UE discutano dell'arresto e della detenzione di Navalny durante un vertice europeo virtuale alla fine di questa settimana. Ma molto probabilmente la decisione sulle sanzioni arriverà quando i ministri degli esteri si incontreranno il 25 gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rigettate le istanze difensive di Navalny

Alexey Navalny in carcere per 30 giorni

Alvise Perez, il "Bukele" spagnolo che vuole cavalcare il malcontento nelle elezioni europee