EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Papandreou:"Mi sconvolgono i repubblicani negli Usa che vanno dietro a Trump"

Papandreou:"Mi sconvolgono i repubblicani negli Usa che vanno dietro a Trump"
Diritti d'autore Keith Birmingham/ 2020, Pasadena Star-News/SCNG
Diritti d'autore Keith Birmingham/ 2020, Pasadena Star-News/SCNG
Di Susan Dabbous
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Trump ha legittimato un tipo di leadership autoritaria, antidemocratica, immorale, antiscientifica e altamente conflittuale". Il parere dell'ex primo ministro greco George Papandreou

PUBBLICITÀ

“Donald Trump ha legittimato un tipo di leadership autoritaria, antidemocratica, immorale, antiscientifica e altamente conflittuale. La sua non rielezione alla Casa Bianca è certamente un duro colpo per tutti i leader illiberali", così il presidente dell'Internazionale socialista ed ex primo ministro greco, George Papandreou, intervistato da Efi Koutsokosta su euronews.

Presidente Papandreou, cosa sta accadendo all'America, paese a cui lei è particolarmente legato?

“Sono nato negli Stati Uniti, ho trascorso molti anni della mia vita lì, sono davvero sconvolto dal fatto che i leader del partito repubblicano si siano prestati a questa polarizzazione della politica e stiano danneggiando l'immagine e la credibilità del loro Paese. Stanno mettendo in dubbio il funzionamento delle proprie istituzioni democratiche solo per mantenere il potere. D'altra parte, questo è un sintomo che Oltreceano ci sono dei problemi seri. Credo che noi forze progressiste e democratiche dobbiamo dimostrare che le nostre politiche siano le migliori per risolvere questi problemi”.

Oltre ad essere stato primo ministro lei ha ricoperto il ruolo anche di ministro degli Esteri, come vede i futuri rapporti tra il democratico Joe Biden e la Turchia di Recep Tayyip Erdoğan?

“Conosco bene Joe Biden e so che tiene molto a questa regione e alla questione di Cipro. Ovviamente lui e l'amministrazione degli Stati Uniti faranno il possibile per mantere dei buoni rapporti con tutti i Paesi dell'area, compresa la Turchia, ma questo non significa che non si impegnerà concretamente a normalizzare la situazione nell'area che invece al momento è molto tesa. Ci vuole più rispetto del buon vicinato e dei trattati internazionali. Le soluzioni si costruiscono con mezzi pacifici. Questo è un messaggio molto importante anche per la Turchia e il presidente Erdogan che potrebbe anche cambiare posizione".

Journalist • Efi Koutsokosta

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Effetto Biden sulla Brexit. Johnson non può permettersi un'uscita dall'Ue senza accordo

Stato dell'Unione: Proteggere la natura e controllare le grandi tecnologie

Stato dell'Unione: il costo e gli impatti economici della guerra