EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Amici o nemici? Le dichiarazioni di Trump mettono in difficoltà i parter europei

Amici o nemici? Le dichiarazioni di Trump mettono in difficoltà i parter europei
Diritti d'autore 
Di Elena Cavallone
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Dopo aver consigliato al premier britannico Theresa May di fare causa a Bruxelles e aver definito l'UE un nemico per via delle questioni commerciali, il presidente americano vola a Helsinki per incontrare Valdimir Putin. E la solida alleanza transatlantica sembra sgretolarsi a colpi di tweet

PUBBLICITÀ

Il ciclone Trump travolge l'Europa: il presidente americano accusa gli alleati europei di essere dei nemici per via delle loro politiche commerciali.

Nel giorno dell'incontro tra Trump e il presidente russo Putin ad Helsinki, la domanda rivolta ai ministri degli Esteri, in riunione a Bruxelles lunedì, non può che essere una sola: l'America è ancora amica dell'Europa?

"Sembra che siano tutti nemici- minimizza il ministro francese Le Drian- quindi dobbiamo prendere le sue dichiarazioni con le pinze".

"Un cambiamento nell'amministrazione non significa cambiare una relazione tra paesi e popoli. Sicuramente considereremo gli americani come degli amici e partner e lo faremo sempre. Ma abbiamo anche altri amici nel mondo", afferma Federica Mogherini, capo della diplomazia europea.

Il presidente russo spera di essere uno di quegli "altri amici". Domenica a fianco di due leader europei c'era proprio lui ad assistere alla finale dei mondiali di calcio, cercando forse di far avvicinare l'Europa a Mosca.

Ma l'Unione europea ha recentemente rinnovato le sanzioni economiche a Mosca per l'annessione illegale della Crimea.

"È importante riaffermare il partenariato orientale con l'Ucraina e la Georgia - ribadisce Didier Reynders, ministro belga- perché ci sono ancora delle turbolenze ad est in Ucraina e nel Donbas, cosi come le tensioni in Georgia. E' molto importante per noi riaffermare la nostra solidarietà con Ucraina e Georgia, la sovranità di questi due paesi, la loro integrità territoriale e chiedere a Trump di dire qualcosa al presidente Putin".

L'Europa è in una posizione difficile: su molti temi, tra cui il commercio, i cambiamenti climatici e l'accordo con l'Iran, sembra essere più vicino al Cremlino che alla Casa Bianca.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump-Putin: prove di disgelo

Trump nella campagna inglese con la May pensando a Putin

Danimarca: l'estate piovosa mette a rischio la stagione turistica