Accanto alle forze curde per combattere Daesh e difendere Afrin

Accanto alle forze curde per combattere Daesh e difendere Afrin
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La testimonianza di un camionista francese e di una ex-modella canadese

PUBBLICITÀ

Negli ultimi anni diverse centinaia di cittadini europei e americani si sono uniti alle forze curde siriane del partito di Unità di Protezione Popolare, chiamato YPG, per combattere prima Daesh e poi le milizie turche ad Afrin.

I loro nomi sono Maxime, Hanna e William, sono rispettivamente un camionista, una ex-modella e il proprietario di un ristorante. Il numero di occidentali che si recano in Siria per arruolarsi con le forze curde aumenta di giorno in giorno. Le unità YPG sono considerate da Ankara come un’organizzazione terroristica, al pari del PKK. In questo contesto, la partenza dei combattenti sta cominciando a preoccupare l’Unione europea e in particolare il Belgio, visto come uno snodo per questi combattenti occidentali e molte altre persone, accusate di terrorismo nel loro paese di origine.
Guardate le nostre interviste esclusive con alcuni di loro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni anticipate in Croazia: il partito di governo favorito dai sondaggi, ma Milanović non molla

State of the Union: Decisioni su clima, trasparenza e migrazione

Indagini in Belgio sulla rete di influenza russa sospettata di aver pagato gli eurodeputati