Charles Michel:"Il Belgio non è uno Stato fallito"

Charles Michel:"Il Belgio non è uno Stato fallito"
Di Arianna Sgammotta
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il Belgio non è uno Stato fallito né l’anello debole della lotta contro il terrorismo in Europa. A due settimane dagli attacchi di Bruxelles, il

PUBBLICITÀ

Il Belgio non è uno Stato fallito né l’anello debole della lotta contro il terrorismo in Europa. A due settimane dagli attacchi di Bruxelles, il Premier belga Charles Michel ha difeso davanti alla stampa internazionale il Paese e il ruolo dei servizi di sicurezza nazionale.

“Non accetto l’equzione Belgio=Stato fallito. Altri Paesi prima di noi sono stati toccati dallo stesso dramma. Questi stessi Paesi hanno imparato molto dopo gli attacchi, è lo stesso che vogliamo fare noi in Belgio” ha dichiarato Charles Michel.

Dopo la parziale riapertura dell’aeroporto di Zaventem anche la metropolitana della capitale belga dovrebbe tornare pienamente in servizio dalla prossima settimana.

“Il problema dei trasporti a Bruxelles e in particolare della metropolitana, non dipende tanto dalle capacità della società che li gestisce di operare il servizio, quanto da quella di mettere in adeguate condizioni di sicurezza i cittadini che la usano” ha annunciato il Presidente di Bruxells Capitale Rudi Vervoort.

Alle polemiche sull’adeguatezza dell’antiterrorismo belga Charles Michel ha anche risposto sottolineando che la cattura di Salah Abdeslam è avvenuta in 4 mesi, mentre per trovare Bin Laden ci sono voluti 10 anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

State of the Union: Decisioni su clima, trasparenza e migrazione

Indagini in Belgio sulla rete di influenza russa sospettata di aver pagato gli eurodeputati

Persi 33 milioni di euro all'ora, le ong: "Fate pagare più tasse agli ultra ricchi"