EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Riunione d'emergenza dei ministri degli Interni europei a Bruxelles

Riunione d'emergenza dei ministri degli Interni europei a Bruxelles
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

E’ iniziata con un minuti di silenzio la riunione d’emergenza dei minstri degli interni e della Giustizia europei a Bruxelles, due giorni dopo il

PUBBLICITÀ

E’ iniziata con un minuti di silenzio la riunione d’emergenza dei minstri degli interni e della Giustizia europei a Bruxelles, due giorni dopo il duplice attenato che ha insanguinato la capitale belga.

Per il ministro della giustizia belga Koen Geens, è necessario migliorare lo scambio di informazioni tra i servizi segreti: “Una questione che è stata molto importante è lo scambio completo delle informazioni giudiziarie. Ogni giorno, scopriamo nell’ambito di quello che è successo a Parigi e a Bruxelles quanto sia importante che i nostri servizi di intelligence, che i nostri servizi giudiziari scambino le informazioni utili che sono necessarie”.

Da parte sua il ministro degli interni francese Bernard Cazeneuve ha chiesto La rapida applicazione del registro dei passeggeri aerei e l’aumento della sicurezza di tutta l’aerea Schengen.

“Insisto sulla necessità di rafforzare i controlli alle frontiere esterne del’Unione europea. Questo richiede che tutti gli stati membri modernizzino rapidamente i propri aereoporti” – ha detto Cazeneuve.

James Franey, euronews:
“Chiedere una maggiore condivisione delle informazioni e una migliore cooperazione nella lotta al terrorismo non è una novità. L’Unione europea lo ha già fatto dopo i precedenti attacchi terroristici nel continente. Ma il vero problema è che le informazioni sulla sicurezza sono gelosamente custodite dagli Stati”

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, al via la campagna elettorale per le parlamentari

L'Ue approva legge su ripristino della natura grazie al dietrofront dell'Austria: Italia vota contro

Parlamento europeo, quali saranno i Paesi più influenti nelle coalizioni? L'analisi di Euronews