This content is not available in your region

Un "muro verde" circonda Madrid

euronews_icons_loading
Madrid
Madrid   -   Diritti d'autore  from video
Di Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Un muro verde intorno a Madrid. È la risposta della capitale spagnola al cambiamento climatico e l’inquinamento. Una vera e propria foresta urbana lunga 75 chilometri con quasi mezzo milione di nuovi alberi è in fase di realizzazione.

"L’obiettivo è migliorare la qualità dell'aria in tutta Madrid, combattere l'effetto 'isola di calore' all'interno, assorbire le emissioni di gas serra generate dalla città e collegare tutte le masse forestali già esistenti", spiega Mariano Fuentes, consigliere sviluppo urbano e ambiente.

Il progetto prevede di valorizzare anche aree abbandonate situate tra strade ed edifici per favorire l’assorbimento di 175 mila tonnellate di C02 all’anno.

"Una foresta di alberi autoctoni in grado di assorbire CO2 ma anche il calore generato dall'attività umana. All'ombra delle loro chiome, le temperature sono inferiori di due gradi rispetto al resto della città", precisa il corrispondente di Euronews, Jaime Velásquez.

La foresta urbana di Madrid fa parte di un progetto a 360° il cui obiettivo è rendere le città più rispettose dell'ambiente, oltre a limitare l'uso delle auto private nei centri urbani.

"La strategia deve essere globale - prosegue Fuentes - Non si tratta solo di automobili, ma anche di pedonalizzazioni, della creazione di corridoi ambientali in ogni quartiere. Per coinvolgere i cittadini in questa nuova cultura verde, è fondamentale che ogni città sia nelle migliori condizioni per affrontare il prossimo futuro".

Con la desertificazione che avanza, minacciando l'Europa meridionale, la foresta urbana di Madrid vuole essere sia uno strumento sia di mitigazione sia di adattamento ai cambiamenti climatici.

"Non è un parco, perché i requisiti erano che necessitasse di pochissima acqua e che venissero piantati alberi autoctoni - racconta l'architetto Daniel González, consulente al comume di Madrid - Bisognava trovare modi alternativi di manutenzione perché, in fin dei conti, un'infrastruttura così grande ha bisogno di essere preservata con il minimo sforzo cosicché sia sostenibile nel tempo".

In tutto il mondo le città consumano i due terzi dell'approvvigionamento energetico globale e generano i tre quarti delle emissioni di gas serra. Dalla limitazione del traffico all’incentivo dell’uso della bicicletta e del trasporto pubblico, dalla piantumazione di più alberi alla ricerca di fonti di energia sostenibili, le città di tutto il mondo hanno già iniziato la loro trasformazione.

Non solo cause e vittime dei cambiamenti climatici: il loro contributo può essere fondamentale per trovare una soluzione al problema.