This content is not available in your region

All'Eurovision si mangia per l'Ucraina: l'iniziativa di Ristorante Europa

euronews_icons_loading
Suino casertano alla griglia a Ristorante Europa durante l'Eurovision song contest 2022)
Suino casertano alla griglia a Ristorante Europa durante l'Eurovision song contest 2022)   -   Diritti d'autore  Euronews
Di Gianluca Martucci

All'Eurovision Song Contest anche il palato vuole la sua parte. Immaginate di entrare in un ristorante e trovarvi difronte alle prelibatezze dell'intera Europa. In occasione del concorso canoro che si sta tenendo nella città, un antico birrificio di Torino è diventato la sede di "Ristorante Europa". Ogni sera, questo ristorante improvvisato organizza delle cene di beneficienza basandosi sui menu delle cucine di tutti i 40 Paesi che stanno partecipando alla competizione.

La cuoca Ksenia Amber sta preparando, i vareniki (varieiniki), dei ravioli ucraini. "Mi sono fatta ispirare dall'eredità della mia nonna ucraina per questo piatto tradizionale", ci racconta. 

Sulla griglia dello chef italiano Nicola Bonora sta cuocendo un suino casertano, abbinato in uscita con una salsa agrodolce, asparagi di Bassano, erba cipollina e limone fermentato. 

Anche un pizzico di saudade, la nostalgia raccontata nelle opere artistiche portoghesi, serve a rendere i piatti del cuoco lusitano Pedro Almeida più gustosi. "Sicuramente: la saudade ci spinge all'azione, noi portoghesi siamo fatti così, e io sono molto orgoglioso di rappresentarlo", ci spiega Pedro.

Ristorante Europa è una vera palestra del palato, ispirata dal desiderio di superare i confini e di celebrare l'unione tra diverse culture. Ksenia ha lasciato  Odessa all'inizio di quest'anno ed è stata costretta a salutare suo marito e la sua famiglia. Con questo tipo di iniziative sta cercando di aiutare le persone che scappano dalla guerra.

"Credo che riusciremo a ricavare denaro per aiutare molti dei rifugiati", ci dice con entusiasmo.

I proventi raccolti da Ristorante europa saranno devoluti alla World Central Kitchen, il progetto dello chef spagnolo Josè Andres, che sta raccogliendo cibo per le crisi climatiche e umanitarie. In questi giorni l'iniziativa sta supportando le famiglie sconvolte dalla guerra in Ucraina.