This content is not available in your region

L'arte al femminile, ancora troppo poco rappresentata

euronews_icons_loading
L'artista Susana Anaya posa davanti alle sue opere
L'artista Susana Anaya posa davanti alle sue opere   -   Diritti d'autore  via AP video
Di Euronews

Dodici artiste da nove Paesi diversi riuniscono le loro opere in una mostra speciale a Londra. "The Divine" alla House of Fine Art Gallery (HOFA) punta i riflettori sulla mancanza di rappresentazione di artisti femminili all'interno del settore.

"È incredibile essere qui a rappresentare tutte queste donne senza volto e senza nome, che non hanno avuto l'opportunità e la possibilità di esprimere sé stesse e il loro talento. Sono le mie eroine", dichiara l'artista Susana Anaya.

Le donne poco rappresentate nelle gallerie d'arte

Le gallerie d'arte spesso espongono poche opere di artiste donne e il 10% delle gallerie non rappresenta addirittura nessuna artista donna. Una statistica preoccupante, per il responsabile delle vendite dell'HOFA.

"È importante che le artiste e il loro contributo - non solo da un punto di vista contemporaneo ma anche storico - siano riconosciuti", spiega Alex Pirinoli, responsabile delle vendite HOFA. "Penso ci siano poche persone, forse anche nell'industria stessa, che possono nominare cinque donne artiste e probabilmente una di loro è Frida Kahlo. Credo che questo sia qualcosa che deve essere affrontato e cambiato".

"Quando ho guardato la mia collezione personale era pesantemente sbilanciata verso gli artisti maschi", dice Jane Sweet, collezionista d'arte. "Amo gli artisti maschi, non fraintendetemi, ma penso sia importante includere anche le artiste donne e il loro lavoro è fenomenale".

Questa non è l'unica mostra che mette in luce le donne nell'arte. In Danimarca, 'Women and Change' sta esplorando cosa significa essere una donna oggi e come le donne sono state rappresentate nell'arte occidentale negli ultimi 150 anni.