This content is not available in your region

Musei parigini rendono omaggio a Yves Saint-Laurent, a 60 anni dalla prima sfilata

euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Alexis Duclos/AP
Di Euronews

Parigi e i suoi musei più prestigiosi rendono onore a Yves Saint-Laurent, che a fine gennaio ha celebrato il 60° anniversario della prima sfilata di moda.

I musei hanno così integrato gli abiti della rinomata maison transalpina nella loro collezione permanente.

Lo stilista, deceduto nel 2008, ha innegabilmente segnato il secolo scorso, sempre traendo ispirazione dai grandi maestri della pittura moderna.

"Ci sono personaggi che sono vere e proprie fonti di ispirazione per Yves Saint Laurent - dice Mouna Mekouar, co-curatrice delle mostre YSL - come Braque, Picasso, Matisse, e l'art déco degli anni '30.

E per rendersi conto di quanto Yves Saint Laurent appartenga al suo tempo, al 20° secolo, ma anche come si pone nel 21° e come può essere naturalmente parte del nostro presente oggi".

Christophe Ena/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoChristophe Ena/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved

Uomo del suo tempo, YSL fu ispirato dai contemporanei, spesso persino precorrendo la sua epoca.

Un audace stilista d'avanguardia, che fu il primo ad esporre al MoMA di New York negli anni '80.

"Penso che il sogno assoluto per lui fosse quello di essere esposto - dice Madison Cox, presidente della Fondazione Pierre Bergé-YSL - o che le sue creazioni simulassero un dialogo con chi lo ha ispirato o con le sue fonti di ispirazione.

Il che è assai toccante, sia che si tratti del Louvre, Pompidou, il Museo d'Arte moderna (MAM), il museo Picasso, il museo d'Orsay: in ogni istituzione avevamo qualcosa da dire".

Anche al Louvre, Yves Saint-Laurent fa la sua apparizione nella Galleria di Apollo, tra i gioielli reali: sei mostre in sei musei, da scoprire a Parigi d'ora in avanti.