EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Parigi celebra Barbara Hepworth, la scultrice del Modernismo

Parigi celebra Barbara Hepworth, la scultrice del Modernismo
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Parigi celebra Barbara Hepworth, la scultrice del Modernismo. La personale al Museo Rodin fino al 22 marzo

PUBBLICITÀ

Il mondo dell’arte celebra la genialità della scultrice britannica [Barbara Hepworth](Barbara Hepworth), scomparsa nel 1975 all’età di 72 anni. L’artista, fu una delle poche a raggiungere un successo e una fama internazionali. Per celebrare la donna del Modernismo, il Museo Rodin di Parigi le dedica una personale, organizzata in collaborazione con la Tate Gallery di Londra.

Per Sara Matson, curatrice della Mostra per la Tate Modern, Barbara Hepworth è una delle più importanti scultrici britanniche del 20° secolo. “Amica di Henry Moore, il suo lavoro ha avuto una popolarità in tutto il mondo pari a quella del collega.”

La Hepworth amava scolpire materiali come il marmo, l'ardesia, legni tropicali, anche anche il bronzo, molto usato negli anni '50, per le sue opere astratte che evocano un senso di grande armonia. "La sua arte ha una poesia particolare; mette in rilievo i contrasti tra il legno e le superfici verniciate, o l'uso della corda”, ci fa notare Catherine Chevillot, Direttrice del Museo Rodin e Co-curatrice. “A volte si ha quasi l'impressione che le sue opere vibrano a tal punto da essere vive. Penso che questa sia la vera poesia che la distingue da ogni altro artista di questo stile."

Una carriera durata mezzo secolo, prima della sua morte, avvenuta in un incendio negli studi dove lavorava nel sud-ovest dell'Inghilterra. La personale su Barbara Hepworth sarà aperta al pubblico al Museo Rodin di Parigi fino al 22 marzo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Art Paris 2024: La ricca scena artistica francese al centro della scena, spiccano i giovani talenti

Andrey Gugnin vince il primo premio di 150.000 € al concorso internazionale Classic Piano 2024

Il festival Balkan Trafik! esplora la Moldova e le sue minoranze culturali