A Bruxelles il Balkan Traffik Festival

A Bruxelles il Balkan Traffik Festival
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tredicesima edizione dell'happening che incrocia arti e culture del sud-est europeo

PUBBLICITÀ

Cinque giorni di concerti, mostre, incontri culturali, ma anche teatro, gastronomia e street art. Al via in Belgio il Balkan Traffik Festival, con il suo ormai tradizionale mix. Nicolas Wieers, fondatore e direttore del festival: "Per la tredicesima edizione torniamo ancora una volta a esplorare le diverse culture dei paesi dell'Europa del sud-est, dai tradizionali jazz e rock al cinema, con una selezione dal festival del film di Sarajevo, E poi l'hip hop, con un intero settore urbano".

A fare da scenario dell'happening, in calendario dal 24 al 28 aprile prossimi, sarà Bozar, il Museo delle belle arti di Bruxelles. Wieers: "Balkan Traffik non si è mai voluto vedere come un festival musicale. Usiamo l'arte per avvcinare le comunità, e in questo senso Balkan Traffik è una piattaforma di diplomazia culturale. Ed ecco allora la musica, la danza, gli incontri... c'è davvero una architettura che favorisce la comunicazione tra le persone, all'interno del festival".

Secondo i promotori il Balkan Traffik Festival è una occasione imperdibile per chi voglia fare il punto sull'energia creativa e artistica della regione balcanica, da sempre crocevia di fedi, popoli e culture.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La mostra di Burtynsky alla Galleria Saatchi "alza il sipario" sull'impatto dell'umanità sulla Terra

Lione, in mostra la bellezza degli animali più ordinari: l'antispecismo del fotografo Vincent Munier

"La tête froide", il primo film del documentarista Stéphane Marchetti tra thriller e umanità