EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Covid-19, banche: Bruxelles allenta le regole per favorire il credito

Covid-19, banche: Bruxelles allenta le regole per favorire il credito
Diritti d'autore Michel Spingler/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Michel Spingler/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le banche potranno per esempio usare gli accantonamenti per aumentare il capitale prudenziale ; i banchieri dovranno rinunciare ai dividendi. Le misure si stima avranno un effetto leva per 450 miliardi

PUBBLICITÀ

Usare appieno la flessibilità nella normativa bancaria per consentire agli istituti di credito di continuare a prestare denaro. La commissione europea ha adottato un pacchetto di regole per facilitare i prestiti ai privati e alle imprese in questo momento di contrazione dell'economia a causa della crisi del coronavirus. Le regole istituite al tempo della crisi del 2007 fanno sì che le banche siano ora più resilienti, ha spiegato la commissione, poi c'è la volontà politica di sostenere imprese e famiglie e tamponare la scomparsa di milioni di posti di lavoro.

"Nel 2007 le banche erano il problema ora parte della soluzione"

Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione europea, ha spiegato che durante l'ultima crisi "abbiamo dovuto sostenere le banche. Questa volta le stiamo aiutando a sostenere famiglie e aziende. Devono mantenere aperti i rubinetti della liquidità. Questo è l'obiettivo del pacchetto che abbiamo adottato per facilitare il prestito a sostegno dell'economia reale." 

Se la crisi del 2007 è partita dalla finanza per poi estendersi all'economia reale oggi è l'esatto contrario "allora il settore finanziario fu parte del problema, ora è parte della soluzione" , ha spiegato Dombrovskis. L'effetto leva delle misure adottate vale, secondo calcoli ufficiosi, 450 miliardi di euro.

Concretamente le banche nel 2020 e nel 2021 potranno usare gli accantonamenti per aumentare il capitale prudenziale; intaccare il capitale porta, normalmente, una stretta sui prestiti, l'obiettivo è non intaccarlo. 

La commissione ha anche invitato le banche a non distribuire dividendi.

**Leggi qui il comunicato della commissione  **

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Causa pandemia le banche non distribuiranno dividendi e bonus

Nvidia è la società con il più alto valore di Borsa al mondo

Tesla: assemblea azionisti dà ok a maxi compenso di Elon Musk da 52 miliardi di euro