EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

I ministri e i finanzieri del G20 chiedono lo stop alla guerra dei dazi USA-Cina

I ministri e i finanzieri del G20 chiedono lo stop alla guerra dei dazi USA-Cina
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Quasi tutti qui pensano che le tensioni commerciali siano una minaccia per la crescita". Lo ha detto Pierre Moscovici il commissario europeo ha espresso il pensiero dei 20 riunitisi a Fukuoka in Giappone

PUBBLICITÀ

"Le tensioni commerciali e geopolitiche si sono intensificate". E' il messaggio principale emerso dal meeting di domenica 9 giugno a Fukuoka (la due giorni finanziaria tenutasi in Giappone) e pubblicato in un comunicato finale.

I ministri finanziari e i governatori del G20 confermano la situazione di difficoltà dell’economia mondiale - nonostante la crescita globale si stia stabilizzando e sia generalmente ritenuta proiettata verso un aumento moderato nel 2019 e nel 2010 -  e insieme ribadiscono la promessa di “raddoppiare” il loro impegno per riformare, entro la fine del prossimo anno, il sistema fiscale internazionale.

"Quasi tutti qui pensano che le tensioni commerciali siano una minaccia per la crescita. E' un pensiero di tutte le organizzazioni commerciali, la maggior parte dei membri del G20, tutti i membri della UE, il Giappone, hanno tutti questo pensiero", ha detto Pierre Moscovici il commissario europeo per gli affari economici e monetari.

Anche Christine Lagarde, direttrice generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), ha ribadito il sentimento di preoccupazione per le tensioni definendo la guerra dei dazi “la principale minaccia” alla crescita.

REUTERS/Kim Kyung-Hoon/Pool
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

G20: testa a testa tra USA e Cina

Lagarde: "Guerra dei dazi danneggia tutti"

La frenata della crescita spaventa i ministri del G20