EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

UE: da oggi addio roaming

UE: da oggi addio roaming
Diritti d'autore 
Di Salvatore Falco
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dal 2018 sarà garantito il libero accesso anche a musica, film, sport ed e-book

PUBBLICITÀ

Il roaming a pagamento ha i giorni contati. Da giovedì 15 giugno chiamate, sms e dati costeranno all’estero come a casa per chi viaggia nell’Unione europea. E’ l’avvio della ‘rivoluzione digitale’ spinta dalla Commissione e sostenuta dall’Europarlamento.

L’intero traffico verrà contabilizzato come nazionale. Non ci sono limiti temporali, ma per evitare abusi come l’utilizzo di una sim straniera economica in modo permanente in un Paese dove i prezzi sono superiori, possono scattare controlli a partire almeno dal quarto mese in cui i consumi avvengano solo all’estero.

Nessun problema, invece, per i lavoratori transfrontalieri: basta un aggancio al giorno alla cella del proprio operatore nazionale perché non venga considerato roaming.

Una rivoluzione a cui ne seguirà subito un’altra: dall’inizio del 2018 sarà garantito il libero accesso anche dall’estero a musica, film, sport ed e-book per cui si paga un abbonamento online nel proprio Paese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cercare un appartamento: in quale parte d'Europa vi costerà di più?

La Bce lascia invariati i tassi di interesse: il controllo dell'inflazione resta fondamentale

Il sentimento economico per la Germania scende più del previsto: ripresa a rischio?