EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Petrolio: Putin ottimista su accordo con Opec il prossimo 30 novembre

Petrolio: Putin ottimista su accordo con Opec il prossimo 30 novembre
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Iraq ha chiesto di essere esentato dai tagli alla produzione decisi ad Algeri

PUBBLICITÀ

Quotazioni del petrolio in rialzo in avvio di settimana. A spingere i prezzi le aspettative di un accordo tra l’organizzazione dei Paesi produttori e i Paesi non Opec, come la Russia, per il congelamento della produzione. Per Vladimir Putin esiste una grande probabilità di raggiungere un’intesa nella prossima conferenza di Vienna del 30 novembre.

“Siamo pronti a congelare la produzione al livello attuale – ha detto Putin – Non vediamo alcun male per il nostro settore energetico. Il ministro dell’Energia è in costante contatto con le principali aziende che sono pronte per sforzi di questo genere”.

I paesi Opec hanno deciso, a settembre, di congelare la produzione di greggio per stabilizzare i prezzi, ma non c‘è ancora accordo sui tempi.

A Doha, nell’ultimo incontro informale dell’organizzazione, non era presente l’Iran e l’Iraq ha chiesto di essere esentato dai tagli alla produzione decisi ad Algeri.

Petrolio, l’Arabia Saudita allude a forti «tagli» al prossimo vertice Opec https://t.co/h2VGFIPUippic.twitter.com/bvcKQFAg2l

— IlSole24ORE (@sole24ore) November 18, 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ue: Gentiloni al Brussels Economic Forum, non possiamo fare marcia indietro sulla transizione green

Economia: per la Commissione europea l'inflazione Ue in calo al 2,7 per cento nel 2024

Germania, il lavoro part-time sta davvero creando problemi economici?