Ucraina, le linee del fronte rischiano di crollare sotto offensiva russa: la rivelazione a Politico

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken e il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu visitano il produttore francese di armi Nexter, Versailles, 2 aprile 2024
Il segretario di Stato Usa Antony Blinken e il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu visitano il produttore francese di armi Nexter, Versailles, 2 aprile 2024 Diritti d'autore Thomas Padilla/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Thomas Padilla/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken da Parigi: "Assolutamente essenziale" fornire più munizioni e difese aree all'Ucraina. Un drone ucraino colpisce la terza raffineria della Russia nel Tatarstan, mentre un attacco missilistico russo su Dnipro provoca 13 feriti, cinque minorenni

PUBBLICITÀ

Nell'attacco più profondo che abbia mai subito la Russia, martedì un drone ucraino ha colpito l'unità principale della terza più grande raffineria di petrolio russa nella regione del Tatarstan, a più di 1.100 chilometri dall'Ucraina. La Reuters ha riferito che le immagini indicano che è stata colpita l'unità di raffinazione primaria della raffineria Taneco, della compagnia petrolifera Tatneft. 

Gli attacchi in Tatarstan hanno colpito anche un impianto in cui la Russia produce i droni Shahed di progettazione iraniana, spesso utilizzati negli assalti al territorio ucraino, provocando un incendio. 

Il capo della regione Rustam Minnikhanov ha confermato che ci sono stati attacchi di droni "contro imprese a Yelabuga e Nizhnekamsk", ma ha affermato che non ci sono stati gravi danni o interruzioni della produzione industriale.

Attacco russo sulla città di Dnipro

Nel pomeriggio del 2 aprile le truppe russe hanno lanciato un attacco missilistico sulla città di Dnipro, ferendo 13 persone. Otto dei feriti sono stati ricoverati in ospedale, tutti in condizioni moderate. Tra loro quattro dei cinque minori feriti nell'attacco, di età compresa tra i 14 e i 17 anni. 

Il missile russo ha distrutto un asilo, una scuola superiore e un'impresa, che ha preso fuoco.  L'incendio si è esteso su un'area di 150 metri quadrati, ma è stato rapidamente spento dai soccorritori.

"Le linee del fronte potrebbero crollare"

Alti ufficiali ucraini che hanno prestato servizio sotto il generale Valery Zaluzhny hanno riferito a Politico che il quadro militare è cupo: c'è il grande rischio che le linee del fronte crollino ovunque i generali russi decidano di concentrare la loro offensiva.  

"Non c'è nulla che possa aiutare l'Ucraina adesso perché non esistono tecnologie in grado di compensare la grande massa di truppe che la Russia scaglierà contro di noi. Noi non disponiamo di queste tecnologie e neanche l'Occidente le ha in numero sufficiente", hanno detto le fonti.

Blinken: "Assolutamente essenziale" fornire più munizioni e difese aree all'Ucraina

Il segretario di Stato statunitense Antony Blinken ha dichiarato che è "assolutamente essenziale" fornire più munizioni e difese aree all'Ucraina. Blinken ha fatto l'osservazione parlando con i media durante una visita a una fabbrica di armi a Versailles con il ministro della Difesa francese Sébastien Lecornu.

I funzionari della Difesa francese continuano ad avvertire che l’Ucraina resta pesantemente sconfitta dalla Russia sul campo di battaglia, e notano rapporti persistenti di truppe ucraine in prima linea razionate o a corto di munizioni.

Durante una visita in Lituania il primo ministro ceco Petr Fiala ha dichiarato che circa venti paesi hanno aderito all'iniziativa ceca sulle munizioni a sostegno dell'Ucraina e che le prime potrebbero essere consegnate già a giugno. Secondo Fiala Kiev dovrebbe ricevere diverse centinaia di migliaia di munizioni. La Germania contribuirà con 180mila proiettili di artiglieria.

I ministri degli Esteri della Nato discutono del sostegno militare a Kiev

Questo mercoledì, in occasione del 75esimo anniversario della fondazione della Nato, i ministri degli Esteri dei Paesi membri dell'Alleanza si riuniscono per un vertice di due giorni a Bruxelles. 

Sul tavolo dell'incontro il sostegno militare all'Ucraina e come assicurarlo nel lungo periodo: tra le proposte del segretario generale Jens Stoltenberg un fondo quinquennale da 100 miliardi di euro e un piano visto come funzionale a rendere gli aiuti a Kiev "a prova di Trump"

Il ministro degli Esteri britannico David Cameron chiederà agli alleati della Nato di aumentare le spese per la difesa e la produzione a sostegno dell'Ucraina. "Gli alleati devono fare un passo avanti e spendere di più per la difesa di fronte alla continua aggressione russa e a un mondo più pericoloso", affermerà Cameron in un discorso in occasione dei 75 anni di storia dell'Alleanza atlantica. 

In Ucraina l'età minima per l'arruolamento scende a 25 anni

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato una legge che abbassa l'età di mobilitazione nell'esercito da 27 a 25 anni, una misura che dovrebbe aumentare le persone a disposizione dell’esercito impegnato nella guerra contro la Russia. 

La misura, approvata a maggio 2023 ma non ancora firmata da Zelensky, prevede che gli uomini ucraini possano essere arruolati a 25 anni, ma per il momento - anche questa norma è in discussione in Parlamento - lascia a 27 l’età minima per partecipare effettivamente alle operazioni di combattimento.

La mobilitazione di nuove forze per l'esercito è diventata una questione divisiva nella Nazione stremata da più di due anni di guerra con la Russia, con enormi perdite militari e una grave carenza di soldati che possano continuare a combattere al fronte. Secondo i vertici militari sarebbero necessari 500mila nuovi uomini per fornire un ricambio adeguato. La misura è però fortemente impopolare ed è bloccata in Parlamento da mesi.

Putin: 3,2 milioni di passaporti russi nei territori ucraini occupati

Martedì il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che più di 3,2 milioni di persone hanno ricevuto passaporti russi nei territori ucraini illegalmente occupati dalla Russia.

"Più di 3,2 milioni di residenti nelle repubbliche popolari di Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia e Kherson hanno ricevuto il passaporto come cittadini della Federazione Russa", ha detto Putin in un incontro con le forze dell'ordine a Mosca.

PUBBLICITÀ

Putin ha inoltre esortato le autorità a garantire che le persone che desiderano la cittadinanza russa rispettino i valori del Paese. "Il principio è che solo coloro che rispettano le nostre tradizioni, lingua, cultura e storia possono venire a vivere e lavorare in Russia", ha affermato Putin.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: all'Aia il Registro dei danni causati dall'invasione russa

Guerra in Ucraina, Isw: "Probabile offensiva russa nel Donetsk occidentale in primavera o in estate"

Ucraina, cosa rimane dei massacri di Bucha dopo due anni