Gaza, Hamas: "Con Israele troppo distanti", negoziati di pace già in salita

Edifici distrutti nella Striscia di Gaza
Edifici distrutti nella Striscia di Gaza Diritti d'autore Hatem Ali/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Hatem Ali/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo Hamas nell'assedio lungo 13 giorni dell'ospedale al Shifa, a Gaza City, l'esercito israeliano ha ucciso oltre 400 persone. Un nuovo convoglio di aiuti è partito da Cipro in direzione della Striscia di Gaza. Le navi, che trasportano 400 tonnellate di cibo, dovrebbero arrivare martedì

PUBBLICITÀ

"Troppo distanti per fare progressi": Hamas definisce così le posizioni con Israele nei negoziati su una tregua a Gaza. Lo ha reso noto un responsabile della fazione palestinese. 

"Dubito che ci saranno progressi in questi colloqui perché le posizioni sono troppo distanti - ha detto un funzionario in condizione di anonimato - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu non è serio e non è interessato, e l'amministrazione americana non esercita alcuna pressione reale", ha aggiunto.

I colloqui di tregua tra Israele e gli intermediari di Hamas sono ripresi oggi, domenica 31 marzo al Cairo, come è stato confermato dai media egiziani, che riportano fonti non citate dei servizi di sicurezza egiziani. La delegazione israeliana si aspetta che i mediatori - Egitto, Qatar e Stati Uniti - possano offrire un nuovo compromesso sull'accordo con gli ostaggi.

Nel frattempo, sabato Il Cairo ha ospitato i ministri degli Esteri di Francia e Giordania, che hanno discusso la situazione e messo in guardia Israele dall'intraprendere un'operazione di terra a Rafah, sottolineando l'importanza di fornire aiuti ai palestinesi di Gaza.

Hamas: "Oltre 400 morti durante l'assedio dell'ospedale al Shifa"

Un attacco aereo israeliano ha colpito domenica una tendopoli nel cortile dell'Ospedale dei martiti di Al Aqsa, nella città centrale di Deir al Balah, uccidendo almeno quattro palestinesi e ferendone altri 17, tra cui alcuni giornalisti che lavoravano nelle vicinanze.

L'esercito israeliano sostiene che l'attacco all'ospedale,dove migliaia di persone si sono rifugiate dopo essere fuggite dalle loro case in altre zone del territorio devastato dalla guerra, ha preso di mira un centro di comando gestito da Hamas, mentre l'Ufficio governativo per i media di Gaza sostiene che il raid ha colpito un accampamento con giornalisti e sfollati.

Israele accusa Hamas e altri militanti di operare all'interno e intorno alle strutture mediche e le truppe hanno fatto irruzione in alcuni ospedali. 

Secondo i media gestiti da Hamas l'esercito israeliano ha ucciso più di 400 palestinesidurante i 13 giorni d'assedio all'ospedale al Shifa, a Gaza City, e più di mille abitazioni sono state distrutte o danneggiate nelle vicinanze. 

Un nuovo convoglio di aiuti via mare da Cipro alla Striscia

Intanto, un nuovo convoglio di aiuti, composto da tre navi e una chiatta, è partito sabato da Cipro per seguire la rotta aperta dalla Commissione europea e dagli sponsor internazionali per rifornire la Striscia di Gaza. 

Il convoglio assemblato da Open arms e World central kitchen trasporta 400 tonnellate di cibo. Open Arms sostiene che sono sufficienti per più di un milione di singoli pasti. La chiatta trasporta datteri, forniti dai Paesi del Golfo. I datteri sono una parte importante dei pasti tradizionali del Ramadan. Il convoglio dovrebbe raggiungere Gaza martedì.

Proteste in Israele e a Londra: quattro arresti nella capitale britannica

In Israele, il sabato è già il giorno tradizionale per le proteste di massa contro il governo, e questo sabato si sono concluse con scontri tra polizia e manifestanti: almeno 16 persone sono state arrestate per aver tentato di bloccare le strade principali. 

Manifestazione anche a Londra per il cessate il fuoco immediato nella Striscia: più di duecentomila i partecipanti. Alla dimostrazione, l'undicesima dall'inizio del conflitto a Gaza, ha partecipato anche il leader del partito laburista Jeremy Corbyn che ha criticato il governo britannico ma anche gli Stati Uniti per il commercio di armi con Israele.

La manifestazione è stata organizzata in occasione della Giornata della Terra che commemora gli eventi del 30 marzo 1976. Secondo il Guardian la polizia metropolitana ha arrestato un uomo per sospetto reato di terrorismo in relazione all'invito a sostenere un'organizzazione proscritta, un altro per sospetto reato di ordine pubblico aggravato da motivi razziali e altri due per sospetto reato di molestie e provocato allarme.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Libano: quattro feriti dopo un bombardamento, Onu avvia un'indagine

Israele tornerà al tavolo dei negoziati

Gaza: la Corte dell'Aja ordina a Israele di garantire aiuti nella Striscia, "cominciata carestia"