Russia, resta in carcere il reporter Usa Evan Gershkovich: "È una spia"

Il giornalista del Wall Street Journal Evan Gershkovich si trova in una gabbia di vetro in un'aula di tribunale presso il Tribunale di Mosca, a Mosca, in Russia, martedì 26 marzo 2024.
Il giornalista del Wall Street Journal Evan Gershkovich si trova in una gabbia di vetro in un'aula di tribunale presso il Tribunale di Mosca, a Mosca, in Russia, martedì 26 marzo 2024. Diritti d'autore Associated Press
Diritti d'autore Associated Press
Di Euronews Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Martedì un tribunale di Mosca ha esteso la pena del giornalista del Wall Street Journal Evan Gershovich almeno fino a giugno

PUBBLICITÀ

Un tribunale di Mosca ha prolungato la detenzione del giornalista del Wall Street Journal, Evan Gershkovich, fino al 30 giugno.

Il giornalista 32enne è detenuto con l'accusa di spionaggio: era stato arrestato nella città di Ekaterinburg alla fine di marzo dello scorso anno.

Gershkovic nega gli addebiti e l'ambasciatrice statunitense, Lynne Tracy, presente in aula per l'ultima udienza, afferma che le accuse sono "categoricamente false".

L'arresto del reporter del Wall Street Journal ha scosso i giornalisti in Russia, dove la Procura non ha specificato quali siano le prove a sostegno delle accuse di spionaggio.

L'ambasciatrice Usa in Russia Lynne Tracy entra in tribunale per assistere all'udienza sul caso di Evan Gershkovich, a Mosca, Russia, martedì 26 marzo 2024
L'ambasciatrice Usa in Russia Lynne Tracy entra in tribunale per assistere all'udienza sul caso di Evan Gershkovich, a Mosca, Russia, martedì 26 marzo 2024Associated Press

Gershkovich è detenuto nel carcere Lefortovo di Mosca, noto per le sue dure condizioni.

Gli analisti hanno sottolineato che Mosca potrebbe usare gli statunitensi incarcerati come merce di scambio nelle crescenti tensioni russo-americane per l'operazione militare del Cremlino in Ucraina.

Almeno due cittadini statunitensi, arrestati in Russia negli ultimi anni, tra cui la stella della WNBA Brittney Griner, sono stati scambiati con russi incarcerati negli Stati Uniti.

Gershkovich è il primo reporter americano ad essere arrestato con l'accusa di spionaggio in Russia dal settembre 1986, quando Nicholas Daniloff, corrispondente da Mosca per US News and World Report, fu fermato dal KGB.

Daniloff venne rilasciato senza accuse 20 giorni più tardi in uno scambio con un dipendente della missione Onu dell'Unione Sovietica, arrestato dall'FBI, sempre con l'accusa di spionaggio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia, prorogata la detenzione del giornalista del Wall Street Journal Evan Gershkovich

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca

Russia: uccisi due terroristi che organizzavano attacchi