Elezioni in Russia: Putin stravince, ringrazia i soldati in Ucraina e parla di Navalny

Il presidente russo, Vladimir Putin, dopo la vittoria alle presidenziali (17 marzo 2024)
Il presidente russo, Vladimir Putin, dopo la vittoria alle presidenziali (17 marzo 2024) Diritti d'autore Alexander Zemlianichenko/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Gabriele Barbati
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente russo ottiene il suo quinto mandato e nel discorso della vittoria lancia vari messaggi. A sorpresa, parole su Alexei Navalny. Affluenza storica del 77,44 per cento, il massimo registrato nella storia moderna della Russia

PUBBLICITÀ

Vladimir Putin ha celebrato il quinto mandato alla presidenza della Federazione Russa e la "totale fiducia" ricevuta dagli elettori, un prevedibile quasi 90 per cento di preferenze, con un discorso al quartier generale della sua campagna elettorale nella serata di domenica.

"Nessuno ci intimidirà o ci schiaccerà" ha detto Putin promettendo che il Paese diventerà più forte: "Il risultato delle elezioni dimostra che la Russia è una grande famiglia".

Il presidente ha fatto riferimento non soltanto all'Ucraina e agli alleati occidentali, ma anche all'opposizione interna.

Ci sono stati diversi casi di annullamento della scheda elettorale in protesta contro il regime e l'iniziativa dentro e fuori la Russia di presentarsi alle urne per il "Mezzogiorno contro Putin" rilanciata da Yulia Navalnaya sembra avere avuto un certo seguito, nonostante una settantina di arresti.

Putin vince le elezioni, ringrazia i soldati e avverte la Nato

Nel suo discorso della vittoria ai sostenitori, Putin ha rivolto "parole speciali di gratitudine ai soldati" che combattono in Ucraina da oltre due anni: "Svolgono il compito più importante che è quello di proteggere il nostro popolo".

Messaggio diretto anche a chi vuole sfidare la Russia: "Non importa quanto abbiano cercato di spaventarci, di sopprimere la nostra volontà, la nostra coscienza, nessuno ci è mai riuscito nella storia. Hanno fallito ora e falliranno in futuro". 

Un conflitto con la Nato porterebbe "a un passo dalla terza guerra mondiale", ha avvertito ancora una volta il presidente russo.

Quanto alle iniziative di protesta, Putin le ha definite "quantomeno antidemocratiche". "Quando non si vuole votare perché non si sostiene nessuno dei candidati è una cosa. Ma quando si vogliono creare problemi alle persone che sono venute a esercitare i loro diritti elettorali è tutta un'altra cosa" ha detto, annunciando provvedimenti.

Putin nomina Navalny dopo la vittoria: la sua morte un "evento triste"

L'ex tenente colonnello del Kgb, salito al potere nel 1999 e oggi 71enne, ha fatto a sorpresa un riferimento proprio ad Alexei Navalny, il suo principale oppositore morto il 16 febbraio in una colonia penale siberiana dopo anni di persecuzione politica, a cui dice avrebbe volentieri concesso la libertà.

"Lo avremmo scambiato con alcuni prigionieri detenuti in Occidente, ma a condizione di non tornare in Russia" ha dichiarato Putin nel primo commento sulla morte del dissidente "potete credermi o no, ma alla persona che me ne ha parlato ho detto subito di essere d'accordo. Purtroppo, è successo quello che è successo."

Elezioni russe: affluenza alta, preferenze ridotte per gli altri candidati

Putin sarà in carica per altri sei anni, dopo i 24 trascorsi al comando. Nel primo pomeriggio di lunedì 18 marzo, al termine dello scrutinio, la Commissione elettorale centrale, citata da Interfax, ha reso noto i dati del voto: il leader del Cremlino ha ottenuto l'87,28 per cento delle preferenze con quasi 76 milioni di elettori. Nessuno degli altri tre candidati è andato oltre il 4 per cento. 

Nikolai Kharitonov del Partito comunista si è fermato al 4,31 per cento, quello di Nuova Gente, Vladislav Davankov, al 3,85 per cento e quello del Partito liberaldemocratico Leonid Slutsky al 3,2 per cento.

Da record l'affluenza alle urne del 77,4 per cento, il massimo registrato nella storia moderna del Paese. Oltre otto milioni di cittadini russi hanno votato online, mentre altri 2,6 milioni hanno espresso il proprio voto anticipatamente. 

Mai prima d'ora abbiamo visto una campagna presidenziale così lontana dagli standard costituzionali
Golos
Gruppo indipendente russo di monitoraggio

Secondo il gruppo indipendente russo di monitoraggio Golos le presidenziali vinte da Putin sono state "le più fraudolente e corrotte" della storia della Russia e non possono essere considerate autentiche. "La campagna si è svolta in una situazione in cui gli articoli fondamentali della costituzione russa, che garantiscono i diritti e le libertà politiche, essenzialmente non erano in vigore", ha aggiunto Golos in una nota. 

"Putin è malato di potere" per Zelensky, Italia: "Elezioni irregolari"

A una domanda in conferenza stampa sulla democraticità di queste elezioni da parte dell'emittente statunitense Nbc, Putin ha risposto: "Il mondo si fa beffe di quanto sta accadendo negli Stati Uniti, è un disastro non una democrazia". 

Da Kiev il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha affermato che le elezioni russe non hanno "alcuna legittimità" e che Putin è un uomo "malato di potere" che vuole "regnare in eterno".

"Le elezioni in Russia non sono state né libere né regolari e hanno riguardato anche territori ucraini occupati illegalmente. Continuiamo a lavorare per una pace giusta che porti la Russia a terminare la guerra di aggressione all'Ucraina" ha commentato invece su X il vicepremier e ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani. Commenti simili sono arrivati dalla Casa Bianca.

Congratulazioni a Putin per la vittoriale elettorale sono arrivate dalla Cina, dal dittatore della Corea del Nord, Kim Jong-Un, e dalle autorità di Bolivia, Cuba e Tagikistan.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Russia, l'Occidente condanna compatto la vittoria di Putin: "Elezioni né libere né eque"

L'Ucraina attacca con droni diverse regioni, due morti. Putin: Vogliono spaventarci durante il voto

Russia al voto ma senza opposizione: Putin sicuro di ottenere il quinto mandato