Zaluzhnyi nominato ambasciatore nel Regno Unito: una svolta diplomatica per l'Ucraina

Valerii Zaluzhnyi
Valerii Zaluzhnyi Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Diritti d'autore AP/Ukrainian Presidential Press Office
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente ucraino Zelensky ha approvato la nomina dell'ex comandante delle forze ucraine a ambasciatore nel Regno Unito. Da Londra arriva l'annuncio di nuovi aiuti per Kiev

PUBBLICITÀ

L'ex comandante in capo delle forze armate ucraine, il generale Valerii Zaluzhnyi, è stato designato come ambasciatore nel Regno Unito. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dato il via libera a questa decisione giovedì scorso e Kiev ha già inoltrato la richiesta di approvazione. Secondo Zelensky, questa mossa riflette l'interesse di Zaluzhnyi per la diplomazia. Il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba ha datto che si tratta di un passaggio logico per il generale.

Una nomina strategica: il ritorno di Zaluzhnyi alla diplomazia

Zaluzhnyi, un generale di grande popolarità, è stato rimosso dalla sua posizione un mese fa, in mezzo a speculazioni riguardanti il suo mancato successo nella controffensiva del 2023 e i presunti contrasti personali con Zelensky. Tuttavia, la sua nomina come ambasciatore nel Regno Unito rappresenta un ritorno in grande stile alla sfera diplomatica, indicando un nuovo capitolo nella sua carriera e nelle relazioni bilaterali tra Ucraina e Regno Unito.

Il ruolo del Regno Unito nell'aiuto militare all'Ucraina

Le autorità di Kiev puntano a consolidare ulteriormente i legami con Londra attraverso questa nomina. Giovedì, Zelensky ha incontrato a Kiev il Segretario alla Difesa britannico Grant Shapps, per discutere di strategie di cooperazione militare. Durante l'incontro, Shapps ha annunciato un pacchetto aggiuntivo di aiuti militari del valore di circa 150 milioni di euro, con un focus predominante sull'acquisto di oltre diecimila droni da combattimento e da ricognizione per le forze armate ucraine. Questo impegno sottolinea l'importanza del Regno Unito, insieme alla Lettonia, come alleato chiave nell'ambito della sicurezza e della difesa per l'Ucraina, contribuendo anche al sostegno della "Coalizione internazionale dei droni".

Un fronte unito per il supporto all'Ucraina: la conferenza di Parigi

La questione degli aiuti all'Ucraina è stata al centro di una videoconferenza tenutasi giovedì a Parigi, che ha visto la partecipazione di rappresentanti di 28 Paesi, tra cui 21 ministri e il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. L'incontro ha dimostrato un "fronte unito" nell'affrontare la crisi ucraina e ha presentato proposte concrete per aumentare il sostegno a Kiev. Il ministro Kuleba ha sottolineato l'importanza di ulteriori risorse per l'artiglieria e i missili a lunga gittata, evidenziando la capacità degli alleati di produrre e acquistare armamenti cruciali per l'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Adesione dell'Ucraina all'Ue: secondo un rapporto potrebbe costare 136 miliardi di euro al bilancio dell'Unione

Ucraina: Zaluzhny rimosso dalla guida dell'esercito, ecco cosa ne pensano i soldati

Ucraina, rimosso il capo dell'esercito Zaluzhny, Zelensky nomina Syrsky