Pioggia di critiche per Jorit, l'artista si fa fotografare abbracciato a Putin: "Umano anche lui"

Jorit e Putin
Jorit e Putin Diritti d'autore Mikhail Metzel/Sputnik
Diritti d'autore Mikhail Metzel/Sputnik
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Lo street artist Jorit è finito al centro della bufera dopo aver chiesto al presidente russo Putin di farsi una foto, per dimostrare al mondo che "è umano anche lui". Immediata l'ondata di critiche sui social. Nel 2023 il murales a Mariupol raffigurante la bambina con i colori del Donetsk

PUBBLICITÀ

Ciro Cirullo, in arte Jorit, ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin durante un forum della gioventù a Sochi, cittadina nel sud della Russia, sulle rive del Mar Nero. 

"Presidente Putin, le chiedo di fare una foto insieme per dimostrare all'Italia che lei è umano come tutti e la propaganda su di lei non è vera", ha detto l'artista prima di farsi immortalare con il leader russo. 

"Basta che non mi dia un pizzicotto per sincerarsi che sono una persona reale", ha risposto ironico Putin.

Jorit interroga Putin sull'arte, la risposta è un'allusione alle regioni ucraine annesse alla Russia

Jorit ha chiesto al presidente se l'arte possa essere uno strumento per connettere i Paesi. La replica di Putin si è rivelata una celebrazione dell'Italia, sostenendo che la Russia è sempre stata ammirata dall'arte italiana, "una grande arte di un grande popolo". 

Gli italiani hanno sempre avuto un grande desiderio di libertà "e questo significa che rispettate il desiderio degli altri popoli di fare le loro scelte e scegliere il loro destino", ha replicato il presidente con quello che sembra un riferimento all'annessione russa delle regioni ucraine, dove si sono tenuti i referendum per l'autodeterminazione, non riconosciuti dalla comunità internazionale. 

Immediata la pioggia di critiche sul profilo Instagram dello street artist, accusato di sostenere "chi uccide giornalisti e oppositori politici". In molti ricordano nei commenti l'invasione dell'Ucraina, la repressione politica in Russia e le accuse relative ai crimini di guerra. In pochi invece lo difendono.

Jorit, 33 anni, è volato a Sochi insieme a Ornella Muti a sua figlia, Naike Rivelli, per inaugurare un'opera a lei dedicata.

L'artista già criticato per il controverso murales di Mariupol

La scorsa estate Jorit è finito al centro delle polemiche per aver dipinto un murales a Mariupol raffigurante una bambina con dipinti negli occhi i colori della bandiera del Donetsk, regione controllata da Mosca, circondata da due missili Nato. 

L'artista è stato aspramente criticato anchenel marzo 2022 per aver dipinto un murales a Fuorigrotta, Napoli, raffigurante il celebre scrittore moscovita Fëdor Dostoevskij. In quell'occasione Putin aveva elogiato l'opera affermando che il ritratto "dell’ormai cancellato, in Occidente, scrittore russo Dostoevskij dà ancora speranza che, attraverso la simpatia reciproca delle persone, attraverso una cultura che collega e unisce tutti noi, la verità si faccia strada".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nucleare, Grossi vede Putin: cresce la preoccupazione per la centrale di Zaporizhzhia

Denis Verdini torna in carcere, era evaso dai domiciliari a Roma per partecipare a delle cene

Guerra in Ucraina: esposte a Berlino dodici opere d'arte salvate dal museo di Odessa