Primarie repubblicane a Washington D.C., prima vittoria di Nikki Haley su Donald Trump

La candidata alle primarie repubblicane Nikki Haley durante un comizio a Portland, nel Maine, 3 marzo 2024
La candidata alle primarie repubblicane Nikki Haley durante un comizio a Portland, nel Maine, 3 marzo 2024 Diritti d'autore Reba Saldanha/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'ex governatrice della South Carolina si è aggiudicata tutti i 19 delegati del distretto con il 62,8 per cento di preferenze. La reazione di Trump: "Regina dei lobbisti e cervello di gallina". Attesa per la sentenza in Colorado e per il Super tuesday del 5 marzo

PUBBLICITÀ

Nikki Haley ha vinto le primarie repubblicane a Washington D.C. segnando il primo trionfo sul rivale Donald Trump nel percorso verso le presidenziali di novembre. L'ex ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite ed ex governatrice della South Carolina si è aggiudicata tutti i 19 delegati del distretto con il 62,8 per cento delle preferenze. 

La vittoria di Haley nella capitale statunitense non è una sorpresa e per molti analisti la sfida a Washington era considerata forse la sua unica chance di superare l'ex presidente Usa, che finora ha stravinto ogni incontro elettorale. Il tycoon infatti non è molto amato dai22mila elettori repubblicani registrati nel distretto. Nel 2020 l'ex presidente vinse ma non aveva rivali, mentre nel 2016 arrivò terzo.

Non si è fatta attendere la reazione di Donald Trump alla sua prima sconfitta. "Regina della palude dei lobbisti e degli addetti ai lavori di Washington D.C. che vogliono proteggere uno status quo fallito", ha detto in riferimento a Haley in un breve post su Truth, il suo social network, definendola "un cervello di gallina che ha speso lì tutto il suo denaro, il suo tempo e suoi sforzi".

Il Super tuesday è alle porte: potrebbe essere decisivo

Trump ha poi sentenziato: ''I veri risultati arriveranno al Super tuesday''. Il giorno più importante delle primarie è ormai alle porte. Domani martedì 5 marzo gli elettori di entrambi gli schieramenti saranno chiamati a scegliere il loro candidato preferito in 16 diversi Stati

In campo repubblicano la tornata potrebbe effettivamente rivelarsi decisiva: Nikki Haley ha promesso di continuare la campagna fino alla Convention repubblicana di luglio nonostante finora abbia incassato solo sconfitte e Trump sia il favorito ovunque, ma una totale débacle al Super tuesday rischia di compromettere seriamente la sua corsa presidenziale, portando molti finanziatori ad abbandonare la nave

Haley vuole rimanere in corsa per rappresentare una valida alternativa a Trump semmai i guai giudiziari dell'ex presidente statunitense dovessero risolversi in una o più condanne e minare la sua popolarità. Il tycoon dovrà affrontare quattro processi penali - il più grave per il suo ruolo nell'assalto al Congresso del gennaio 2021 e per aver tentato di sovvertire i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 -, che sta cercando di ritardare appellandosi alla Corte Suprema per l'immunità giudiziaria

La Corte Suprema del Colorado potrebbe pronunciarsi questo lunedì

Tra gli Stati chiamati alle urne martedì 5 marzo c'è anche il Colorado, dove una sentenza ha dichiarato Trump ineleggibile a causa del suo ruolo nell'assalto a Capitol hill del 6 gennaio 2021. La decisione è stata sospesa perché contestata dal candidato repubblicano ed entro questo lunedì la Corte Suprema dello Stato dovrebbe pronunciarsi in merito

La sentenza della Corte sulla possibile esclusione di Trump dalla corsa presidenziale avrebbe valenza solo nel Colorado, ma è comunque molto attesa perché potrebbe creare un precedente. Anche i tribunali del Maine e dell'Illinois, infatti, si sono appellati a una clausola del 14esimo emendamento della Costituzione statunitense per escludere l'ex presidente dalle schede elettorali, che ha fatto ricorso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: Trump vince le primarie dei repubblicani in tre Stati in un solo giorno

Stati Uniti, Donald Trump dichiarato ineleggibile anche in Illinois: annuncia ricorso

Stati Uniti, Donald Trump vince le primarie in South Carolina: Haley battuta in casa