EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Svizzera: referendum per la riforma delle pensioni, urne aperte

anziani in svizzera
anziani in svizzera Diritti d'autore Czarek Sokolowski/AP
Diritti d'autore Czarek Sokolowski/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Seggi aperti per il referendum sulla riforma delle pensioni in Svizzera. Due i quesiti: uno sull'aumento delle mensilità e uno sull'innalzamento dell'età pensionabile

PUBBLICITÀ

I cittadini svizzeri sono chiamati alle urne oggi, domenica 3 marzo, per votare la riforma delle pensioni. Due i quesiti su cui dovranno esprimere la loro opinioni i cittadini. La prima è una proposta lanciata dai sindacati che prevede l'aumento delle pensioni da 12 a 13 mensilità all'anno. Non sono pochi i pensionati svizzeri che faticano ad arrivare a fine mese. La seconda è l'innalzamento dell'età pensionabile da 65 a 66 anni, per poi diventare flessibile adeguandola all'aspettativa di vita.

Chiesto l'aumento delle mensilità per la pensione

Per quanto riguarda l'aumento delle mensilità, l'ultimo sondaggio sulle intenzioni di voto ha mostrato un sostegno pubblico positivo, con il 53 per cento degli intervistati che ha risposto positivamente a tale cambiamento. Tuttavia, si tratta di dati poco attendibili per parlare di risultati scontati. In un sondaggio di un mese fa il 61 per cento si era detto favorevole alla proposta. Mentre resiste un 4 per cento di indecisi che potrebbe far pendere la bilancia da una parte o dall'altra.

"In Svizzera, la polemica sull'iniziativa è intensa, soprattutto nella parte germanofona del Paese. Gli svizzeri all'estero sono meno esposti a questo fenomeno, il che potrebbe spiegare perché sono più favorevoli all'idea", afferma il politologo del centro di ricerca gfs.bern Lukas Golder.

Il divario generazionale: la reticenza dei giovani

La campagna ruota attorno a un conflitto generazionale in Svizzera. Mentre il 55 per cento dei giovani sotto i 40 anni è contrario alla modifica, chi ha tra i 40 e i 64 anni e chi ha già raggiunto l'età della pensione, attualmente 65 anni in Svizzera, la sostiene.

La mobilitazione degli elettori giocherà quindi un ruolo importante nel risultato, secondo gfs.bern. Golder afferma di aver notato che i pensionati si sono allontanati dal dibattito, il che potrebbe far propendere per il "no".

"Gli anziani si sono resi conto che il finanziamento della tredicesima grava sulle generazioni più giovani, anche se sono favorevoli. Di conseguenza, è più probabile che si astengano dal voto", afferma.

I partiti di destra e centristi sono contrari all'iniziativa e sembrano essere riusciti a convincere il loro elettorato: i sostenitori del Partito Popolare Svizzero e del Centro voterebbero "no" con uno stretto margine, anche se a gennaio erano favorevoli alla proposta.

Gli argomenti a favore sono ancora validi

Il 79 per cento degli intervistati ritiene che, in un contesto di inflazione, sia importante migliorare la situazione finanziaria degli anziani.

Solo un argomento avanzato dagli oppositori è riuscito a convincere la maggioranza degli elettori: il 56 per cento riconosce che la tredicesima pensione comporterebbe un aumento dei contributi sociali e dell'Iva, che inciderebbe negativamente sul tenore di vita della classe media.

Per essere accettata, un'iniziativa popolare deve vincere anche nella maggioranza dei 26 cantoni del Paese. Non è detto che ciò si verifichi, poiché il risultato rimane incerto in cinque cantoni.

Età pensionabile: da 65 a 66 anni

Il secondo sondaggio della SBC conferma anche che il secondo quesito, portato avanti dall'ala giovanile del Partito Radicale-Liberale, non ha alcuna possibilità di vincere alle urne.

Circa il 63 per cento degli intervistati si oppone all'idea, che propone di innalzare gradualmente l'età pensionabile a 66 anni e poi di adeguarla all'evoluzione dell'aspettativa di vita. La percentuale di "no" è aumentata di nove punti percentuali rispetto a gennaio. Solo il 35 per cento è ancora favorevole al testo, mentre il 2 per cento è indeciso.

L'età pensionabile di 65 anni è stata imposta in Svizzera dall'introduzione delle pensioni nel 1948. Solo i sostenitori della destra liberale radicale restano favorevoli all'innalzamento dell'età pensionabile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Svizzera pensa a più soldi per la difesa: "Esercito debole" dice la ministra Amherd

Quale paese ha il miglior sistema pensionistico al mondo? I Paesi Bassi

Francia: proteste contro la riforma delle pensioni, ultimo atto