Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Agricoltori protestano ad Atene
Agricoltori protestano ad Atene Diritti d'autore Thanassis Stavrakis/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Grecia gli agricoltori si sono diretti ad Atene per chiedere al governo di aiutarli economicamente. Circa 200 trattori si sono posizionati davanti al parlamento al grido di "senza di noi non si mangia". I manifestanti hanno simbolicamente portato con loro bare e ghirlande funebri

PUBBLICITÀ

In Grecia circa duecento trattori si sono diretti verso la capitale, Atene, chiedendo un aiuto finanziario al governo in seguito all'aumento del costo della vita nel Paese.

"Senza di noi non si mangia", gli agricoltori portano ad Atene bare e ghirlande funebri

A suon di clacson, il lento convoglio si è mosso dalla città centrale di Kastro, 120 chilometri a nord-ovest di Atene, con bandiere greche e striscioni di protesta attaccati ai trattori. Uno recitava: "Senza di noi non si mangia".

Alcuni agricoltori hanno portato finte bare e ghirlande funebri come simbolo della loro condizione, mentre parcheggiavano i loro trattori davanti al palazzo del Parlamento della capitale, dove i turisti di solito si riuniscono per assistere alla cerimonia del cambio della guardia. Hanno anche sventolato dei razzi mentre cantavano: "Non chinate la testa".

Diverse migliaia di manifestanti da tutto il Paese si sono diretti verso il centro della città per unirsi alla manifestazione.

In Grecia gli agricoltori ancora risentono delle recenti inondazioni

Le richieste degli agricoltori anche in questo caso sono in linea con quelle portate avanti  nel resto dei Paesi europei. Anche le modalità delle proteste richiamano le azioni degli agricoltori di tutta Europa, con i manifestanti che hanno organizzato per settimane blocchi sporadici del traffico lungo le autostrade e nelle città rurali. 

Gli agricoltori della Grecia centrale sono ancora provati dalle gravi inondazioni che hanno colpito le zone centrali del Paese lo scorso autunno.

In un'intervista televisiva rilasciata lunedì il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha dichiarato di non poter sostenere ulteriori sgravi fiscali e concessioni, ma ha ribadito che il suo governo vuole continuare a dialogare con i manifestanti.

Le autorità hanno dunque fatto un passo indietro rispetto all'iniziale minaccia di bloccare la protesta. La polizia è stata dispiegata per aiutare a deviare il traffico autostradale senza creare ingorghi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Grecia accoglie i turisti turchi: potranno visitare dieci isole greche con un visto rapido

Agricoltori marciano divisi a Roma: tre manifestazioni contro le misure Ue

Grecia: fine del monopolio statale sull'istruzione universitaria, scoppia la protesta