Spari alla parata del Super Bowl in Kansas: un morto e 21 feriti, appello di Biden contro le armi

Una donna viene portata in ambulanza dopo una sparatoria a Kansas City, in Missouri, durante i festeggiamenti per la vittoria dei Chiefs al Super Bowl
Una donna viene portata in ambulanza dopo una sparatoria a Kansas City, in Missouri, durante i festeggiamenti per la vittoria dei Chiefs al Super Bowl Diritti d'autore Reed Hoffmann/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Reed Hoffmann/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La sparatoria è avvenuta a Kansas City, in Missouri, durante la parata per festeggiare la vittoria dei Chiefs al Super Bowl di domenica scorsa. Una persona è morta e altre 21 sono rimaste ferite, tra loro molti bambini

PUBBLICITÀ

Una persona è morta e una ventina sono rimaste ferite nella sparatoria avvenuta mercoledì a Kansas City, in Missouri, nei pressi di un garage vicino alla stazione ferroviaria di Union Station. In città erano in corso i festeggiamenti per la vittoria dei Kansas City Chiefs al Super Bowl, la finalissima del campionato di football americano di domenica 11 febbraio.

Gli aggiornamenti della polizia di Kansas City sulla sparatoria

La vittima si chiama Lisa Lopez-Galvan, aveva due figli e lavorava per la radio locale Kkfi. Tra i feriti si contano almeno nove bambini colpiti da proiettili, ma sono almeno undici quelli ricoverati in vari ospedali cittadini. 

In una nota la polizia ha annunciato di avere fermato tre persone armate senza fornire ulteriori dettagli. 

“Chiunque si trovi nelle vicinanze deve lasciare l’area il più rapidamente possibile per facilitare il trasporto delle vittime della sparatoria. Si prega di evitare l'area del parcheggio della Union Station per consentire il passaggio dei primi soccorritori" ha scritto subito la polizia locale, che aveva centinaia di agenti schierati nell'area per la parata.

I bus dei Kansas City Chiefs prima di sfilare per le strade della città

Un milione di persone per la festa dei Kansas Chiefs

Già l'anno scorso la festa per la vittoria dei campioni Usa del basket a Denver e quella del campionato di baseball in Texas erano state rovinate da sparatorie.

A Kansas City si stima che vi fosse un milione di tifosi nel centro città per celebrare la conquista del Super Bowl: l'area in cui è avvenuta la sparatoria era a pochi passi dalla parata, dove migliaia di fan si sono ritrovati per acclamare i giocatori. Nel 2023 la città del Missouri ha registrato un record di 182 omicidi, la maggior parte dei quali con armi da fuoco.

"Insieme a Jill prego per le persone uccise e ferite, affinché il nostro Paese trovi la determinazione per porre fine a questa insensata epidemia di violenza delle armi che ci sta dilaniando" ha affermato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in un comunicato.

Biden: "Bisogna agire per limitare armi d'assalto e caricatori ad alta capacità"

"Parate, raduni, scuole, film... sembra che quasi nulla sia sicuro" ha detto il sindaco di Kansas City Quinton Lucas, che era presente alla parata con la moglie e la madre ed è corso a mettersi in salvo quando sono esplosi gli spari.

La Casa Bianca ha esortato nuovamente il Congresso a legiferare per limitare la circolazione e l'uso di armi dal fuoco. Gli americani dovrebbero farsi sentire "in modo da poter finalmente agire per vietare le armi d'assalto, limitare i caricatori ad alta capacità, rafforzare i controlli sui precedenti penali e tenere le armi fuori dalle mani di coloro che non hanno alcun diritto di possederle o maneggiarle" ha concluso Biden.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, morti e feriti in sparatoria in una stazione della metro nel Bronx a New York

Super Bowl: vincono i Chiefs di Kansas City, Taylor Swift in tribuna per tifare Travis Kelce

Usa, un agente di polizia e un vicesceriffo muoiono in una sparatoria nello Stato di New York