EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ungheria, dimissioni di Novák: manifestanti in piazza a Budapest

persone radunate davanti al palazzo presidenziale
persone radunate davanti al palazzo presidenziale Diritti d'autore Denes Erdos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Denes Erdos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Centinaia di persone si sono radunate davanti al palazzo presidenziale a Budapest per celebrare le dimissioni della presidente Novák, finita nella bufera per aver graziato un uomo coinvolto in un caso di abusi su minori

PUBBLICITÀ

Centinaia di manifestanti si sono riuniti sabato sera presso il palazzo presidenziale di Budapest per celebrare le dimissioni di Katalin Novák, arrivate in seguito allo scandalo della libertà condizionata concessa a una persona coinvolta in un caso di abusi su minori. I manifestanti si dicono "contenti" delle dimissioni della presidente. Ma allo stesso tempo, ritengono che l'intera vicenda sia resa possibile dal sistema creato dal primo ministro Viktor Orbán e che quindi, secondo loro, le dimissioni non siano sufficienti a porre fine alla vicenda.

Novák è un'alleata di Orban e fa parte del suo partito Fidezs. I manifestanti temono che un altro membro del partito venga eletto nuovo presidente.

persone radunate davanti al palazzo presidenziale
persone radunate davanti al palazzo presidenzialeDenes Erdos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.

Perché Novák si è dimessa

Prima donna ungherese a ricoprire la carica di presidente, Katalin Novák, 46 anni, si è dimessa sabato in seguito a uno scandalo relativo ad abusi sessuali su minori. Si è scoperto che nell'aprile 2023, durante la visita di Papa Francesco in Ungheria, ha graziato venti detenuti. Tra questi è risultato esserci un uomo condannato per aver nascosto abusi sessuali su minori in un istituto per bambini gestito dallo Stato. Novák ha ammesso che si è trattato di "un errore". A peggiorare le cose, all'epoca dei fatti la ormai ex presidente era ministra per la Famiglia.

Varga rinuncia alla vita pubblica

Pochi minuti dopo Novák, la ex ministra della Giustizia Judit Varga ha dichiarato che si dimetterà "dalla vita pubblica". Varga ricopriva il suo incarico ministeriale proprio al momento della grazia ed era stata lei a firmarla. Da allora ha lasciato il governo, ma era considerata una delle figure chiave del Fidezs per guidare il partito alle prossime elezioni europee.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria: gli influencer portano in piazza migliaia di persone contro gli abusi su minori

Ungheria: manifestazioni contro presidente Novák per grazia concessa in un caso di abusi su minori

L'Ungheria fa ancora melina sulla Svezia nella Nato, Stati Uniti contrariati