EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Romania, il progetto per ripopolare i fondali del Mar Nero: un' alga per ripristinare l'ecosistema

Fondale del Mar Nero
Fondale del Mar Nero Diritti d'autore David J. Phillip/Copyright 2019 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore David J. Phillip/Copyright 2019 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Romania è iniziato il progetto per ripopolare il Mar Nero, dove molte specie animali e vegetali sono minacciate dall'inquinamento e dai cambiamenti climatici. L'Istituto di biologia di Bucarest ha piantato un'alga essenziale per l'ecosistema marino della zona

PUBBLICITÀ

Una specie di alga essenziale per la vita marina nel Mar Nero, è stata piantata nelle sue acque costiere. Dal laboratorio le alghe sono state inserite nell'ecosistema dai biologi e contribuiranno a ripristinarlo dopo che è stato danneggiato da un accumulo di limo.

La Cystoseira Barbata è un'alga essenziale per lo sviluppo della vita sottomarina in questa regione. Un tempo era abbondante nel Mar Nero, ma a partire dagli anni Settanta enormi distese sottomarine di questa pianta sono state gradualmente distrutte a causa di una combinazione di fattori ambientali.

Gli esperti hanno quindi deciso di aiutare la pianta a riprodursi nei laboratori dell'Istituto di Biologia di Bucarest. Il processo ha richiesto circa due anni.

Le alghe come indicatore dell'inquinamento

Le piantine sono state propagate finora a Constanza e Agigea, su circa 300 metri quadrati. Gli scienziati sperano che il vivaio aiuti alcune specie di pesci e crostacei a sopravvivere e funga da indicatore della qualità dell'acqua marina.

"È un indice della salute delle acque e dell'inquinamento, perché compaiono solo quando le acque sono pulite", ha spiegato il biologo marino Adrian BÎlbă. "Il loro sviluppo sul fondo marino, oltre a mostrarci che le acque sono pulite, oltre a creare un biotopo, arricchisce il Mar Nero".

A seconda del loro tasso di crescita, le piantine saranno ripiantate lungo tutta la costa romena. Gli specialisti sono ottimisti sul fatto che le alghe daranno presto nuova linfa all'intero ecosistema.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Romania, la dimora di re Carlo III riapre al pubblico come spazio culturale: al centro l'ambiente

Romania, proteste di camionisti e agricoltori

Ok parziale a Bulgaria e Romania nell'area Schengen: aboliti controlli per via aerea e marittima