EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

New York, Trump davanti al giudice: "Sono un perseguitato politico"

Donald Trump a processo
Donald Trump a processo Diritti d'autore Shannon Stapleton/AP
Diritti d'autore Shannon Stapleton/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il tycoon in tribunale per il processo a suo carico per le accuse di frode nello Stato di New York. Trump si è difeso attaccando la procuratrice generale e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden

PUBBLICITÀ

Giovedì, presso il tribunale di New York, si sono tenute le arringhe conclusive del processo per frode a carico di Donald Trump. Una seduta accesa che ha visto il tycoon attaccare la procuratrice generale dello Stato di New York Letitia James.

Trump in tribunale: "Caccia alle streghe"

L'ex presidente ha definito l'intera vicenda "una caccia alle streghe politica".  "È una frode nei miei confronti, un uomo innocente è stato perseguitato", ha detto Trump che poi ha accusato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e i suoi alleati di aver orchestrato tutto per bandirlo dalla sua nuova candidatura presidenziale. 

Il discorso infuocato è durato più del previsto e il giudice Arthur Engoron ha dovuto interrompere Donald Trump e chiedere al suo avvocato di "controllare il suo cliente". Trump ha ripetuto attacchi personali alla procuratrice generale, definendola "la procuratrice generale corrotta di New York". James, a sua volta, ha affermato che "gli attacchi personali non la disturbano", sostenendo che "il giudice ha già stabilito che Trump ha violato la legge per diversi di anni e che nessuno è sopra la legge".

Di cosa è accusato Donald Trump a New York

Le società di Trump sono accusate di aver emesso falsi bilanci ogni anno tra il 2011 e il 2021, sovrastimando di fatto il valore delle attività. L'accusa ha chiesto un risarcimento di 370 milioni di dollari e, soprattutto, il divieto per tutta la vita di svolgere attività immobiliari nello Stato di New York. In tal caso, l'impero di Trump, costruito proprio sull'attività immobiliare, potrebbe andare in rovina. La sentenza è attesa per prossimo il 31 gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Usa, primarie repubblicane in Iowa nel gelo: Trump favorito

Trump tesse le lodi di Putin, Xi e Orbán, sull'attentato: "Ho preso un proiettile per la democrazia"

Stati Uniti, al coro di Dem che chiede il ritiro di Biden si sarebbero aggiunti Obama e Pelosi