EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Inondazioni in Europa centrale e settentrionale, ancora preoccupazione per il livello dei fiumi

Esondazione del Danubio a Budapest
Esondazione del Danubio a Budapest Diritti d'autore Zoltan Balogh/MTI - Media Service Support and Asset Management Fund
Diritti d'autore Zoltan Balogh/MTI - Media Service Support and Asset Management Fund
Di Michela Morsa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Molti i disagi in Europa centrosettentrionale a causa del maltempo. Germania, Ungheria, Paesi Bassi e Lituania sono ancora alle prese con fiumi oltre il livello e inondazioni

PUBBLICITÀ

Alcune zone dell'Europa centrale e settentrionale continuano a essere alle prese con le inondazioni causate dalle forti piogge degli ultimi giorni. 

I fiumi hanno rotto gli argini in molte zone, allagando le case e provocando evacuazioni. I meteorologi avvertono che il peggio potrebbe ancora venire.

Record del Danubio in Ungheria

A Budapest, la capitale ungherese, il Danubio ha superato gli argini, raggiungendo il livello d'acqua più alto dal 2013. Mercoledì il fiume aveva raggiunto i 6,93 metri. L'innalzamento dell'acqua è stato provocato dalle forti piogge e dallo scioglimento della neve, scongelatasi a causa di un clima eccezionalmente mite. 

L'ufficio del sindaco ha dichiarato che, a causa dell'allagamento degli argini inferiori in diversi punti, è iniziata la rimozione delle auto su entrambi i versanti della città. 

Mentre alcuni fiumi minori nell'Ungheria occidentale hanno già iniziato a ritirarsi, si prevede che i livelli dell'acqua del Danubio scenderanno lentamente, con un picco a valle nell'Ungheria meridionale che si raggiungerà solo domenica

Case inondate dal fiume Danubio a Venek, 134 km a ovest di Budapest, Ungheria
Case inondate dal fiume Danubio a Venek, 134 km a ovest di Budapest, UngheriaCsaba Krizsan/MTI - Media Service Support and Asset Management Fund

Forti disagi in Germania

In Germania le inondazioni hanno provocato l'evacuazione di centinaia di persone in alcune zone settentrionali e centrali del Paese. Nonostante il maltempo si sia placato, il livello dell'acqua di alcuni fiumi desta ancora preoccupazione. 

In alcune zone della Bassa Sassonia, nel nord-ovest della Germania, i fiumi hanno continuato a salire. A Dresda l'Elba è quasi quattro metri sopra il suo livello normale. A valle, vicino alla città tedesca di Magdeburgo, è stata aperta per la prima volta in un decennio la barriera antialluvione per alleggerire la pressione del fiume. 

Sempre nella Bassa Sassonia l'esondazione del fiume Meisse ha colpito il Serengeti Park, un parco safari. Decine di animali sono stati spostati in altre zone del parco e sono state erette dighe temporanee per proteggere altri recinti a rischio. 

A sud, nella regione tedesca della Turingia, diverse centinaia di abitanti del villaggio di Windehausen, evacuati all'inizio della settimana, sono stati autorizzati a tornare a casa dopo il ripristino della corrente elettrica.

Una strada allagata in un distretto settentrionale della Germania
Una strada allagata in un distretto settentrionale della GermaniaMoritz Frankenberg/(c) Copyright 2023, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten

La situazione nei Paesi Bassi

I forti acquazzoni in Germania hanno causato l'innalzamento del livello d'acqua anche ai fiumi dei Paesi Bassi, dove la saturazione del suolo ha reso difficile il drenaggio. Diverse pianure alluvionali sono finite sott'acqua nella zona orientale del Paese

Giovedì il Reno ha raggiunto un livello molto superiore alla norma nel villaggio di Lobith, al confine con la Germania, ma si prevede che scenderà significativamente nel corso della prossima settimana. Si prevede che altri rami del Reno intorno al paese a bassa quota raggiungeranno il picco quando le acque alte si sposteranno verso il mare.

In numerose località sono state erette barriere antialluvione per arginare il fiume Ijssel. Secondo le autorità, il livello dell'acqua sta salendo "molto velocemente", a volte al ritmo di un centimetro all'ora. Gli addetti alle emergenze nella città olandese di Deventer, che si prevede sarà la più colpita, hanno ammassato sacchi di sabbia lungo il fiume e chiuso le strade per prepararsi alle inondazioni. 

Allarme anche in Lituania

In previsione di forti precipitazioni nei prossimi giorni, si prevede un aumento delle acque alluvionali anche nella Lituania occidentale. 

L'area, che ospita il delta del fiume più grande del Paese, il Nemunas, è tipicamente soggetta a inondazioni in primavera. Tuttavia, questo inverno segna il secondo caso in due mesi in cui i livelli d'acqua naturali hanno raggiunto livelli critici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Inondazioni in Europa occidentale, allerta in Francia, Germania e Regno Unito

Inondazioni in Europa, la pioggia non si ferma. Stato di allerta a Pas-de-Calais

Maltempo, tempeste e inondazioni nell'Europa settentrionale: due vittime