EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

"Oro liquido" preso di mira, i prezzi dell'olio d'oliva triplicano a livello globale

Olive lette per la raccolta in Grecia
Olive lette per la raccolta in Grecia Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews Agenzie:  AP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I criminali in tutta la regione mediterranea stanno rubando olive e rami e persino abbattendo gli alberi per mettere le mani su questo frutto, il cui prezzo è triplicato dal 2019

PUBBLICITÀ

L'impennata globale dei prezzi dell'olio d'oliva - che dal 2019 sono triplicati, stabilendo dei record - ha offerto ai criminali del Mediterraneo un'opportunità.

Le effrazioni nei magazzini, le truffe contabili e le manomissioni dell'olio sono in aumento nelle zone di coltivazione delle olive in Grecia, Spagna e Italia

Con sempre maggiore frequenza, le bande usano motoseghe per tagliare rami e interi alberi negli oliveti non sorvegliati.

I crimini stanno aggravando il disagio dei coltivatori, già alle prese con gli alti costi di produzione e con l'impatto dei cambiamenti climatici: inverni caldi, grandi alluvioni e incendi boschivi più intensi.

The olive harvest in Greece, 2023
The olive harvest in Greece, 2023AP Photo

Gli oliveti alle porte di Atene fanno parte di una tradizione ininterrotta che risale all'antichità, nelle pianure che oggi circondano l'aeroporto internazionale della città, alcuni alberi sono secolari.

Neilos Papachristou gestisce un frantoio e un oliveto nelle vicinanze in un'azienda familiare di quarta generazione: dice che i ladri di motoseghe spingono i coltivatori a raccogliere in anticipo e ad accontentarsi di rese inferiori per cercare di evitare danni a lungo termine.

"I ladri cercano i rami più pesanti e li tagliano, così non solo rubano le nostre olive, ma danneggiano gravemente l'albero, ci vogliono 4-5 anni prima che torni alla normalità", ha detto.

A worker collects olives during the harvest period in Spata suburb, east of Athens, Greece
A worker collects olives during the harvest period in Spata suburb, east of Athens, GreeceThe AP

Dietro di lui, gli operai usano grandi pettini elettrici per spargere le olive dagli alberi sulle reti di raccolta. 

Nel suo frantoio, i contadini scaricano il loro raccolto in bidoni di acciaio inossidabile, slegando sacchi o rovesciando alte ceste di vimini dal retro dei loro camioncini.

Christos Bekas, che possiede 5.000 ulivi, era tra questi: dopo le ripetute incursioni dei ladri, ha deciso di "cannibalizzare" il suo raccolto con una raccolta anticipata.

"L'anno scorso, 3,7 chili di olive producevano un chilo di olio, ora che si è arrivati a 10 chili di olive per un chilo di olio, per i miei 600 chili di olive otterrò 60 chili di olio, l'anno scorso ne avevo 180", ha detto.

A worker spreads a collection net during the harvest of olives in Spata suburb, east of Athens, Greece
A worker spreads a collection net during the harvest of olives in Spata suburb, east of Athens, GreeceThe AP.

Dopo decenni di crescita, il mercato mondiale dell'olio d'oliva è stato sconvolto da una siccità (quasi biennale) nel sud della Spagna, un Paese che di solito copre il 40% dell'offerta mondiale.

Secondo le stime dell'Unione europea, il crollo spagnolo contribuirà a far scendere la produzione globale a 2,5 milioni di tonnellate nell'annata 2022-23, rispetto ai 3,4 milioni del precedente ciclo annuale.

L'aumento delle temperature sta influenzando la fioritura, avvertono gli agricoltori e gli esperti, mentre l'aumento dei prezzi dei fertilizzanti e la carenza di manodopera stanno colpendo i costi.

Neilos Papachristou, left, who runs the olive mill and nearby grove in a fourth-generation family business, stands with a worker at a machine in Spata suburb
Neilos Papachristou, left, who runs the olive mill and nearby grove in a fourth-generation family business, stands with a worker at a machine in Spata suburbThe AP

Con una domanda globale ancora elevata, gli importatori internazionali sono spesso disposti a offrire prezzi superiori a quelli nazionali. 

PUBBLICITÀ

Le esportazioni dalla Grecia, su base annua, sono più che raddoppiate nei primi cinque mesi del 2023, mentre la Turchia ad agosto ha sospeso le esportazioni per proteggere il proprio mercato interno.

I prezzi di riferimento in Spagna, Grecia e Italia sono monitorati per la qualità più alta di olio d'oliva, nota come extravergine, dal Consiglio oleicolo internazionale, organizzazione intergovernativa con sede a Madrid.

Alla fine del 2019, i prezzi all'ingrosso sono scesi sotto i tre euro al chilogrammo, lo scorso settembre avevano raggiunto i nove euro al chilo.

Il mese scorso, la Polizia spagnola ha dichiarato di aver recuperato 91 tonnellate di olive rubate nelle ultime settimane: a febbraio, sei persone sono state arrestate nel sud della Grecia per il furto di otto tonnellate di olio d'oliva, nell'ambito di una serie di effrazioni in magazzino avvenute nel corso di diverse settimane.

PUBBLICITÀ

Gli agricoltori della città portuale di Bari affermano che i ladri nella zona sono diventati sempre più sfacciati, rubando trattori e attrezzature costose insieme alle olive.

L'associazione agricola regionale ha lanciato un appello per l'assistenza delle forze dell'ordine, in seguito alle segnalazioni di 100 alberi di ulivo distrutti o gravemente danneggiati in un singolo incidente il mese scorso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olio d'oliva, in Spagna esplodono i prezzi

Il consumo di olio d'oliva potrebbe ridurre del 28% il rischio di morire di demenza

L'olio extravergine dell'Andalusia è il più premiato al mondo