EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ossezia del Sud-Georgia, morte al confine: cittadino georgiano ucciso dai soldati russi

La mappa del confine tra Georgia e Ossezia del Sud.
La mappa del confine tra Georgia e Ossezia del Sud. Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un cittadino georgiano è stato ucciso dai soldati russi al confine tra Georgia e Ossezia del Sud, alleata di Mosca. Dopo la guerra russo-georgiana del 2008, riesplodono le tensioni (mai sopite) nella regione

PUBBLICITÀ

Un cittadino georgiano è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da soldati russi. 
L'episodio è avvenuto nel villaggio di Kirbali, nella provincia di Gori, in Georgia, lungo la linea del fronte tra la regione separatista dell'Ossezia del Sud', sostenuta da Mosca, e il territorio controllato dal governo di Tbilisi.

Racconta Givi Ginturi, il fratello della vittima: 
"Mio fratello era al cimitero per accendere una candela sulla tomba dei nostri genitori. Poi è salito in chiesa a pregare e, mentre tornava a casa, gli hanno sparato".

"Hanno sparato a mio fratello mentre tornava a casa dal cimitero".
"Hanno sparato a mio fratello mentre tornava a casa dal cimitero".Screenshot

L'episodio riflette le continue tensioni nella regione. dopo la guerra russo-georgiana del 2008, conclusasi con il riconoscimento da parte di Mosca dell’Ossezia del Sud e di un’altra provincia georgiana, l’Abkhazia, come stati indipendenti.

Da allora la Russia mantiene una forte presenza militare nella regione.

Sempre a Kirbali, nei pressi del confine, un altro cittadino georgiano è stato arrestato "illegamente" dai russi, come hanno denunciato i servizi segreti di Tbilisi.

Il cartello stradale di Kirbali, dove è stato ucciso un cittadino georgiano.
Il cartello stradale di Kirbali, dove è stato ucciso un cittadino georgiano.Screenshot

L'Unione europea e la sua Missione di Monitoraggio (European Union Monitoring Mission - EUMM) in Georgia hanno condannato fermamente l'uso della forza da parte delle truppe russe, il che avviene con crescente frequenza, al punto da temere un'escalation di tensione nelle regione.

Risorse addizionali per questo articolo • ANSA

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia, sequestrati esplosivi in transito dall'Ucraina alla Russia

Celebrazioni a Tblisi per la decisione dell'Ue di concedere alla Georgia lo status di candidato

L'Ossezia del Sud verso l'annessione alla Russia