EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Mezzaluna Rossa: 11.300 vittime a Derna

Libia, settembre 2023.
Libia, settembre 2023. Diritti d'autore MTI
Diritti d'autore MTI
Di Cristiano TassinariEuronews - AP - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si aggrava il bilancio delle vittime delle inondazioni in Libia, a cinque giorni dal passaggio della tempesta "Daniel". Ora rischio-epidemie. Il governo di Bengasi stanzia due miliardi di dollari per l'emergenza. Aiuti finanziari anche da Unione europea e OMS

PUBBLICITÀ

Il bilancio delle vittime delle alluvioni a Derna, in Libia, è salito tragicamente a 11.300
Lo ha dichiarato la Mezzaluna Rossa.

Marie el-Drese, Segretaria Generale della Mezzaluna Rossa, ha dichiarato  che altre 10.100 persone sarebbero ancora disperse: tra loro, anche una parte di una famiglia italo-libica. 

Le autorità sanitarie avevano precedentemente stimato a 5.500 il bilancio delle vittime a Derna.
La tempesta ha ucciso circa 170 persone, nella regione della Cirenaica, la più colpita, e anche in altre parti del Paese.

"Non posso ancora confermare i numeri delle vittime, ma è davvero un numero elevato. E temo che sentiremo cifre ancora più grandi, forse anche superiori a quanto confermato finora", ha dichiarato Taher El-Sonni, Rappresentante permanente dello Stato della Libia presso le Nazioni Unite.

Screenshot
"Il numero delle vittime temo che salirà ancora".Screenshot

"Molte vittime potevano essere evitate"

A cinque giorni dalla catastrofica tempesta "Daniel", il pensiero fisso, ora, è che molte di queste vittime potevano "essere evitate": lo ha detto chiaro e tondo Petteri Taalas, Segretario Generale dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) delle Nazioni Unite,che ha puntato il dito contro le mancate evacuazioni dopo il crollo delle due dighe a Derna, frutto della disorganizzazione legata all'instabilità politica che affligge la Libia, paese letteralmente "spaccato" in due.

Due miliardi di dollari per l'emergenza

Mentre continuano gli sforzi di ricerca e soccorso, per l'emergenza il governo di Bengasi ha approvato una spesa di 10 miliardi di dinari (quasi 2 miliardi di dollari americani).Il Parlamento ha, inoltre, creato un comitato speciale per affrontare le conseguenze delle inondazioni.  

Rischio epidemie

Ma il dramma continua.
La contaminazione dell'acqua rischia, infatti, di portare ad un'altra emergenza, quella epidemica: l'Onu ha avvertito del pericolo di malattie (come il colera) a Derna, il luogo più colpito dalla tragedia.

Screenshot
Spettrale Derna.Screenshot

Aiuti internazionali

Un portavoce dell'Unione europea ha confermato, in un briefing a Bruxelles, che 500.000 euro sono stati erogati per coprire le necessità più urgenti: ulteriore assistenza sarà inviata nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

Giovedì, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha annunciato che stanzierà due milioni di dollari dal suo Fondo per le Emergenze a sostegno della Libia.

L'OMS ha anche attivato la sua rete di squadre mediche di emergenza,
Il Segretario Generale dell'OMS, l'etiope **Tedros Adhanom Ghebreyesus,**ha fatto sapere che otto Paesi e alcune ONG hanno offerto la loro assistenza e una squadra di soccorso francese ha già allestito un ospedale da campo nella zona più colpita.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Libia, fosse comuni nella città di Derna dopo l'alluvione

Inondazioni in Libia. Onu: "La maggior parte dei morti si poteva evitare"

Inondazione, l'ecatombe in Libia: oltre 5.100 morti e 10.000 dispersi