EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Austria, Italia e Slovenia colpite da nuovi eventi meteorologici estremi

Il livello del Reno si è alzato nettamente a causa delle precipitazioni
Il livello del Reno si è alzato nettamente a causa delle precipitazioni Diritti d'autore Yanik Buerkli/' KEYSTONE / Yanik Buerkli
Diritti d'autore Yanik Buerkli/' KEYSTONE / Yanik Buerkli
Di Andrea Barolini
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Interrotta la linea ferroviaria al Brennero, dopo lo stop ai collegamenti Francia-Italia in Savoia. Piogge torrenziali in Alto Adige. Colpita nuovamente anche la Slovenia

PUBBLICITÀ

La linea ferroviaria del Brennero è stata chiusa sul versante austriaco per una frana, causata da violente precipitazioni che si sono abbattute sulla zona. Una colata di terra e sassi ha invaso i binari tra l'abitato di Steinach e il confine di Stato. Le ferrovie austriache hanno istituito un servizio di bus sostitutivi. 

In Trentino-Alto Adige piogge torrenziali

Una situazione simile a quella che si è prodotta in Savoia, dove una frana ha provocato l’interruzione parziale del traffico sull'autostrada A43 che collega la Francia all'Italia, nonché la linea ferroviaria parallela. 

Anche in Alto Adige le intense precipitazioni della scorsa notte ha causato smottamenti, come a Tre Fontane nei pressi di Trafoi, e l'innalzamento dei livelli dei torrenti e fiumi. In alcune zone, lungo la cresta di confine, sono caduti oltre 100 millimetri di pioggia per metro quadrato. Solo oltre i tremila metri cade la neve.

In provincia di Trento, una frana ha coinvolto le zone di Torbole e Navene, causando la chiusura all'alba della strada provinciale della Gardesana occidentale. Sono state posate reti sul fiume Sarca per prevenire l'ondata di piena. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco volontari per allagamenti in Vallagarina, in particolare a Calliano e Avio. Resta chiusa la Val di Genova, a causa di una frana. Un gruppo di escursionisti è stato aiutato a rientrare dal rifugio Mandrone, mentre si segnalano alberi caduti tra Fai della Paganella e Andalo.

La Slovenia colpita di nuovo da forti precipitazioni

Al contempo, forti precipitazioni si sono abbattute anche sulla Slovenia, dopo gli meteorologici eventi estremi subiti dalla stessa nazione europea nelle settimane scorse. Colpita in questo caso soprattutto la fascia costiera, con allagamenti, caduta di alberi e ingenti danni materiali. Il nubifragio, accompagnato da vento forte e grandine, ha generato accumuli di pioggia fino a 40 centimetri in un breve lasso di tempo, allagando strade e scantinati, con numerose richieste di intervento.

Il livello del fiume Reno è cresciuto nettamente a causa delle precipitazioni, arrivando a lambire le barriere protettive all'altezza del lago di Costanza, in Svizzera.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Slovenia: cinque persone intrappolate nella grotta Krizna Jama

Montana, la giudice dà ragione agli attivisti per l'ambiente in una causa contro lo Stato

Onu: luglio 2023 il mese più caldo di sempre