EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Per l'intelligence americana l'aereo di Prigozhin sarebbe stato abbattuto

Un ritratto del capo del gruppo Wagner Prigozhin a San Pietroburgo, in Russia
Un ritratto del capo del gruppo Wagner Prigozhin a San Pietroburgo, in Russia Diritti d'autore Dmitri Lovetsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Dmitri Lovetsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Fonti americane indicano che l'aereo a bordo del quale è stato detto fosse presente il capo del gruppo Wagner, Prigozhin, sarebbe stato fatto precipitare volontariamente

PUBBLICITÀ

Una valutazione preliminare dell'intelligence statunitense ha indicato che un'esplosione intenzionale avrebbe causato l'incidente aereo che si presume abbia ucciso il capo del gruppo Wagner Yevgeny Prigozhin, mercoledì scorso. Ad affermarlo è un funzionario statunitense, secondo il quale sarebbe "molto probabile" che il velivolo sia stato colpito, anche perché le circostanze sarebbero in linea con "i ripetuti casi in cui Vladimir Putin ha voluto mettere a tacere le voci critiche nei suoi confronti".

Benché infatti Putin abbia elogiato nella giornata di giovedì Prigozhin, definendolo un "uomo di talento", i sospetti che il presidente russo possa essere dietro la morte del capo dei mercenari sono molti. Le fonti statunitensi hanno commentato a condizione di mantenere l'anonimato, poiché non autorizzati a rilasciare dichiarazioni su quanto accaduto. E non hanno fornito precisazioni su quale possa essere stata la causa dell'esplosione, da molti vista come una probabile vendetta per l'ammutinamento dello scorso mese di giugno, che ha rappresentato il più palese affronto nei confronti di Putin negli ultimi decenni.

Nell'aereo precipitato sarebbero morti anche diversi uomini vicini a Prigozhin. Il portavoce del Pentagono, il generale Pat Ryder, ha dichiarato che le notizie riportate dalla stampa, secondo cui l'aereo sarebbe stato abbattuto da un missile terra-aria, sono inesatte. Non ha voluto precisare se gli Stati Uniti sospettino si sia trattato di una bomba né se ritengano che l'incidente rappresenti un assassinio.

Le valutazioni dell'intelligence americana sono giunte mentre Putin esprimeva le sue condoglianze alle famiglie di coloro che sarebbero morti a bordo dell'aereo, parlando al contempo di "gravi errori" da parte di Prigozhin. Non è chiaro il motivo per cui diversi membri di alto rango del gruppo Wagner, tra cui i massimi dirigenti che di solito sono estremamente attenti alla loro sicurezza, fossero sullo stesso volo. Allo stesso modo, lo scopo del loro viaggio congiunto a San Pietroburgo era sconosciuto.

Putin probabilmente dietro l'incidente, secondo Biden

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, parlando con i giornalisti mercoledì, ha affermato di credere che dietro l'incidente ci sia Putin, anche se ha riconosciuto di non avere informazioni che confermino questa sua convinzione. "Non so per certo cosa sia successo, ma non sono sorpreso", ha detto Biden. "Non c'è molto che accade in Russia che non sia opera di Putin".

Anche i sostenitori di Prigozhin hanno affermato attraverso messaggi diffusi online che l'aereo sarebbe stato abbattuto deliberatamente. I media governativi russi non hanno invece parlato diffusamente dell'incidente, concentrandosi sulle dichiarazioni di Putin al vertice BRICS di Johannesburg, in collegamento video, e sull'invasione dell'Ucraina da parte della Russia.

Diversi social media russi hanno diffuso una serie di informazioni, tra le quali quella che i corpi erano bruciati o sfigurati in modo da renderli irriconoscibili e che avrebbero dovuto essere identificati tramite esami del Dna. Le notizie sono state riprese da media russi indipendenti, ma l'Associated Press non è stata in grado di verificarle. Ufficialmente, le autorità russe hanno dichiarato che le cause dell'incidente sono oggetto di indagine.

Zelensky: "Tutti capiscono chi sia stato"

Anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha puntato il dito contro il Cremlino, affermando che "non abbiamo nulla a che fare con questo. Tutti capiscono chi sia stato".

Numerosi oppositori e critici di Putin sono stati uccisi o gravemente feriti in apparenti tentativi di assassinio, e i funzionari statunitensi e occidentali si aspettavano da tempo che il leader russo potesse colpire Prigozhin, nonostante avesse promesso di far cadere le accuse a suo carico, nell'accordo che aveva posto fine all'ammutinamento del 23-24 giugno.

"Non è una caso se tutto il mondo guardi immediatamente verso il Cremlino quando un ex fedele di Putin caduto in disgrazia precipita improvvisamente dal cielo, due mesi dopo aver tentato una rivolta", ha dichiarato il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock, pur riconoscendo che i fatti non sono ancora chiari. "Conosciamo questo schema, nella Russia di Putin: morti e suicidi dubbi, persone cadute da finestre. Fatti che alla fine rimangono tutti inspiegabili", ha aggiunto.

Abbas Gallyamov, un ex portavoce di Putin diventato consulente politico, ha osservato che, portando a termine l'ammutinamento e rimanendo libero, Prigozhin "ha gettato discredito su Putin di fronte al mondo intero". E, a suo avviso, il non aver punito il capo della Wagner avrebbe offerto un "invito aperto a tutti i potenziali ribelli e piantagrane". Per questo Putin avrebbe agito. L'Istituto americano per gli studi sulla guerra sostiene che le autorità russe avrebbero probabilmente agito contro Prigozhin e i suoi principali collaboratori come "passo finale con l'obiettivo di eliminare Wagner in quanto organizzazione indipendente".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Riconosciuto il corpo di Prigozhin all'obitorio. Intelligence Usa: "Un ordigno a bordo"

L'esperto di incidenti: ecco come indagare sull'aereo di Prigozhin

Un aereo militare russo è precipitato vicino Mosca con 15 persone a bordo