EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Ucraina, i soccorritori civili di Stepnohirsk rischiano la vita ogni giorno

Russian warplane is burning on the Soltsy air base in the Novgorod region in northwestern Russia.
Russian warplane is burning on the Soltsy air base in the Novgorod region in northwestern Russia. Diritti d'autore AP/Sirena telegram channel
Diritti d'autore AP/Sirena telegram channel
Di Euronews Digital
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per mesi hanno trascorso la giornata viaggiando lungo "l’autostrada della vita", così come hanno battezzato il percorso utilizzato per evacuare buona parte dei 5.000 residenti

PUBBLICITÀ

Vita più che mai quotidianamente a rischio per i soccorritori civili di Stepnohirsk, cittadina ucraina situata a quattro chilometri dal fronte. 

Per mesi hanno trascorso la giornata viaggiando lungo "l’autostrada della vita", così come hanno battezzato il percorso utilizzato per evacuare buona parte dei 5.000 residenti.

Ma quella strada era piena di insidie ed era un bersaglio frequente dei bombardamenti russi.

"Siamo stati colpiti non solo da un carro armato - dice Roman Ponomariov, comandante dei Vigili del fuoco del villaggio di Stepnohirsk - ma anche da aeroplani e mortai.

Abbiamo visto di tutto, ma quando stai trainando un'auto o un autobus con le persone a bordo non ti arrendi mai, ti rendi conto che devi andare avanti perché c'è un'altra carovana dietro di te".

Tra incendi e bombardamenti

I soccorritori hanno smesso di guidare su quella strada quando l'Esercito russo ha bloccato una delle uscite dal villaggio.

Tuttavia, il loro lavoro non è diminuito: dopo ogni bombardamento, eccoli pronti a spegnere gli incendi e a ripulire la zona.

Cercano anche di fornire rifugio a coloro che vivono ancora lì.

"Questo era per l'acqua, era un serbatoio - aggiunge Ponomariov - l'abbiamo trovato qui mentre stavamo ripulendo l'area.

E durante l'invasione su vasta scala, è stato deciso per trasformarlo in un rifugio antiaereo, abbiamo fatto di tutto".

I soccorritori sono esausti dopo un anno e mezzo di guerra, la cui fine non s'intravede né a breve né a medio termine.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: nuovo attacco di droni contro Mosca, non ci sono vittime

Corea del Nord: il 18 giugno Putin a Pyongyang da Kim Jong-un, è la prima volta dal 2000

Russia, sequestro di guardie in un carcere a Rostov: uccisi detenuti dell'Isis da forze speciali