EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Sequestro record di cocaina a Rotterdam: 8.000 kg in un container di banane

Le autorità doganali dei Paesi Bassi hanno dichiarato di aver intercettato un carico di oltre 8.000 chilogrammi di cocaina.
Le autorità doganali dei Paesi Bassi hanno dichiarato di aver intercettato un carico di oltre 8.000 chilogrammi di cocaina. Diritti d'autore Openbaar Ministerie, Netherlands Public Prosecution Service via AP
Diritti d'autore Openbaar Ministerie, Netherlands Public Prosecution Service via AP
Di AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Secondo la procura, la droga era nascosta in un container di banane provenienti dall'Ecuador.

PUBBLICITÀ

Le autorità doganali di Rotterdam hanno confiscato più di 8.000 chili di cocaina, il più grande sequestro di questa droga nei Paesi Bassi, secondo i pubblici ministeri. La droga aveva un valore di mercato stimato attorno ai 600 milioni di euro, ha dichiarato la Procura di Rotterdam in un comunicato.

Non sono ancora stati effettuati arresti nell'ambito dell'indagine che ha seguito la scoperta.

I procuratori hanno dichiarato che la droga, che è stata distrutta, è stata scoperta il 13 luglio nascosta in un container di banane provenienti dall'Ecuador. L'annuncio è arrivato il giorno dopo che un candidato alla presidenza, che si era espresso contro i cartelli della droga e la corruzione nella nazione sudamericana, è stato colpito mortalmente durante un comizio politico.

L'agenzia dell'Unione Europea che monitora le droghe e le dipendenze ha dichiarato nel suo rapporto annuale di giugno che il fiorente commercio di droga in Europa sta alimentando la violenza e la corruzione nel continente.

L'agenzia ha dichiarato che in Europa vengono sequestrate quantità record di cocaina, con 303 tonnellate confiscate dai Paesi membri dell'Unione Europea nel 2021.Rotterdam e il porto belga di Anversa sono ora le principali porte d'ingresso della cocaina latinoamericana nel continente.

L'espansione del mercato della cocaina è stata accompagnata da un aumento della violenza e della corruzione nell'UE, con una feroce competizione tra i trafficanti che ha portato a un aumento degli omicidi e delle intimidazioni.

Tra le vittime degli ultimi anni nei Paesi Bassi ci sono stati un avvocato che rappresentava un testimone nel processo a un presunto gangster della droga e il giornalista di cronaca nera Peter R de Vries, che era un confidente del testimone.

Minacce imprecisate all'erede al trono olandese, la principessa Amalia, l'anno scorso l'hanno costretta ad abbandonare l'alloggio per studenti in cui risiedeva ad Amsterdam e a continuare i suoi studi da casa.

In Ecuador, i trafficanti di droga hanno iniziato a utilizzare i porti costieri del Paese per esportare la loro merce, e hanno scatenato una forte ondata di violenza, con bande rivali che lottano per il controllo del traffico.

Il mese scorso, il sindaco della città portuale di Manta è stato ucciso a colpi di pistola. Il 26 luglio, il presidente Guillermo Lasso ha dichiarato lo stato di emergenza per due province e per il sistema carcerario del Paese, nel tentativo di arginare la violenza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rotterdam: spari in una casa e in un ospedale, uccise tre persone

Quasi 110 tonnellate di cocaina sequestrate nel 2022 ad Anversa

Paesi Bassi, Geert Wilders: "Politica sui migranti più rigorosa di sempre" da nuovo governo