EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

L'Ucraina non si assume la responsabilità degli attacchi su Mosca

Image
Image Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Zelensky nomina i bombardamenti nel suo ultimo discorso: "La guerra sta tornando nel territorio russo. Ed è giusto così". Sale a due il bilancio delle vittime del missile russo sulla città di Sumy. Lunedì uovi attacchi hanno causato altre due vittime

PUBBLICITÀ

L'Ucraina non si assume la responsabilità degli attacchi con droni sul territorio russo di questa settimana. L'ultimo, che il ministero della Difesa russo ha definito "un tentativo di attacco terroristico da parte del regime di Kiev", ha ferito una persona e danneggiato due edifici nel quartiere commerciale di Mosca, nel mirino per la terza volta negli ultimi sette giorni. 

Il presidente ucraino Zelensky, però, ha fatto riferimento agli attacchi nel suo discorso di domenica sera. Il leader ucraino ha detto che "la guerra sta tornando in Russia". "L'aggressione russa è fallita sul campo di battaglia. Oggi è il 522° giorno della cosiddetta 'operazione militare speciale', che la leadership russa si aspettava durasse una o due settimane. L'Ucraina si sta rafforzando. Gradualmente, la guerra sta tornando sul territorio della Russia, nei suoi centri simbolici e nelle sue basi militari, e questo è un processo inevitabile, naturale e assolutamente giusto", ha detto il Zelensky. 

L'attacco su Sumy

Il presidente ucraino ha anche riferito che il bilancio delle vittime dell'attacco russo di sabato contro Sumy, nel nord-est dell'Ucraina, è salito a due e 20 feriti, dopo che le squadre di soccorso hanno rimosso le macerie dell'edificio colpito, un istituto professionale di quattro piani. 

Nella notte è stata lanciata un'altra serie di attacchi, uno dei quali ha colpito un edificio non residenziale nella città nord-orientale di Kharkiv. Il colpo ha provocato un incendio, ma non sono state segnalate vittime. 

Colpito nella mattinata di lunedì anche il centro di Kherson, nell'Ucraina meridionale, dove è morto un dipendente della società di servizi pubblici della città e Kryvyi Rih, città natale del presidente ucraino nella regione di Dnipropetrovsk. 

Qui un missile si è abbattuto su un edificio di quattro piani di un istituto scolastico, mentre un secondo ha distrutto due piani di un edificio residenziale, causando un incendio. Il bilancio delle vittime è di un morto e 10 feriti, ma probabilmente ci sono altre persone sotto le macerie. 

Zelenskiy ha detto ai funzionari governativi che si aspetta che la Russia riprenda i suoi attacchi al sistema energetico ucraino quando il clima diventerà più freddo in autunno. 

La situazione al fronte

Un alto funzionario ucraino ha riferito di pesanti combattimenti nel nord-est del Paese domenica, con le forze di Kiev che hanno mantenuto le loro linee e guadagnato in alcune aree. 

Il presidente Zelensky ha descritto la giornata di domenica come "una buona giornata, una giornata potente" al fronte, in particolare nei pressi di Bakhmut, dove le forze ucraine affermano di stare riconquistando il terreno perso quando le forze russe hanno preso la città a maggio.

Il viceministro della Difesa ucraino, Hanna Maliar, ha dichiarato che le forze stanno "cercando tenacemente di riconquistare" le aree del fronte meridionale e di "cacciarci" dalle posizioni nel nord-est, occupate da Mosca con l'invasione del febbraio 2022, ma poi riconquistate dalle truppe ucraine.

Il compito principale dei russi, ha dichiarato alla televisione nazionale, è quello di "distogliere le nostre forze dalla zona di Bakhmut, dove abbiamo un'offensiva di successo". 

"Hanno attaccato senza sosta questa settimana. Ma le nostre truppe resistono agli attacchi e a volte li respingono con gravi perdite", ha dichiarato. Maliar ha detto che i russi hanno subito "perdite non inferiori a quelle subite durante le accese battaglie a Bakhmut". 

L'Ucraina, ha detto, ha riconquistato 200 kmq nel sud, ma i progressi sono stati limitati a causa delle posizioni trincerate e delle mine russe.

Il ministero della Difesa russo, nel suo resoconto giornaliero dell'attività militare, ha invece dichiarato che le sue forze hanno fermato le truppe ucraine nel nord-est del paese e hanno individuato e schierato razzi per distruggere una brigata corazzata di truppe ucraine vicino a Svatove, una città chiave in mano ai russi nell'area.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Kiev, rimosso lo stemma dell'Unione sovietica, sostituito con il tridente ucraino

L'Ucraina è tra i Paesi più corrotti d'Europa. Un ostacolo per l'ingresso nell'Unione

Ucraina: a Kharkiv morti e feriti, centrale nucleare di Zaporizhzhia rimasta con una linea elettrica